Tiro ad effetto o tiro della tigre? Qual era il vostro preferito?

29.05.2021 09:14 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Tiro ad effetto o tiro della tigre? Qual era il vostro preferito?

Quante volte da bambini abbiamo provato e riprovato a imitare il tiro ad effetto di Oliver Hutton o ad eseguire con uguale potenza il tiro della tigre di Mark Lenders, purtroppo sempre senza successo! Qual era il vostro preferito?

Il tiro ad effetto

Holly Hutton a stento si regge in piedi, spalla sinistra e caviglia destra fuori uso, ma dopo 90’ più simili a una guerra che a una partita di calcio, trova dentro di sè la forza per un ultimo tiro ad effetto: il pallone, calciato dal numero 10 della New Team con quella particolare rotazione che soltanto lui sa imprimergli, si dirige a gran velocità verso la porta di Ed Warner, solcando il cielo, ma prima di raggiungere il bersaglio, di colpo perde quota e impatta il terreno: sembra arrestarsi sull’erba, poi, ruotando vorticosamente su sè stesso, schizza in rete cogliendo in controtempo l’incredulo portiere della Toho, che non può far altro che raccoglierlo in fondo al sacco!

Il tiro della tigre

Mark Lenders schiuma di rabbia in panchina, mentre i compagni in campo si giocano l’accesso ai quarti di finale del campionato nazionale: il tecnico della Toho School non gli ha perdonato la fuga non autorizzata a Okinawa per raggiungere il suo mentore Jeff Turner, piantando in asso la squadra e lo ha estromesso dalla formazione titolare per il resto del torneo! Lenders si sente come un animale in gabbia, non riesce a starsene seduto a guardare: di colpo, balza in piedi e comincia a palleggiare a bordo campo, quindi sfoga la sua collera repressa, calciando il pallone con tutta la sua forza… La sfera, si dirige come un proiettile verso il muretto di recinzione degli spalti dietro alla porta di Ed Warner, scavando una crepa nel cemento: è il tiro della Tigre, imparato durante i massacranti allenamenti sulla spiaggia agli ordini di Turner!