Dal Maledetto United al Crazy Wimbledon: i Bad Boys entrati nella leggenda

22.03.2021 14:36 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Dal Maledetto United al Crazy Wimbledon: i Bad Boys entrati nella leggenda

Non solo il Dirty Leeds tra le squadre più cattive di sempre: ecco le altre…

1) Il maledetto United

Passato alla storia come il Dirty Leeds, la formazione allenata da Don Revie a cavallo tra gli anni ‘60 e ‘70, rimane ad oggi la squadra più cattiva di sempre: quel Maledetto United vantava tra le proprie file elementi dal temperamento decisamente violento, che menavano come i fabbri, suscitando autentico terrore nei malcapitati avversari!

2) The Crazy Gang

Vinnie Jones incarnava al meglio lo spirito indomito e battagliero di quel Wimbledon, ribattezzato Crazy Gang per la follia dei suoi interpreti, che in campo non facevano sconti a nessuno e travolgevano chiunque incontrassero sulla loro strada!

3) La Lazio di Maestrelli

Menavano gli avversari e si menavano pure tra di loro quelli della Lazio di Maestrelli, che doveva ricorrere al pugno di ferro per tenere unito quel gruppo di teste calde: in campo però, Chinaglia e compagni mettevano da parte le loro incomprensioni e schiacciavano gli avversari! Memorabile la rissa con l’Ipswitch che costò ai biancocelesti la partecipazione alla Coppa dei Campioni 1974/75 per squalifica!

4) Canelas

Non erano professionisti quelli del Canelas, ma in confronto a loro i Bad Boys del Dirty Leeds parevano agnellini al pascolo! Questa squadra di dilettanti portoghesi vanta un insolito primato: ha vinto a tavolino tutte le partite casalinghe per rinuncia degli avversari, che non avevano il fegato di presentarsi nella sua tana, temendo di uscirne con le ossa rotte e non è un eufemismo!

5) Los Leones

Negli anni ‘80, la trasferta al San Mames di Bilbao era la più temuta: nella loro tana i Leoni dell’Athletic sbranavano gli avversari azzannandoli alle caviglie! Diego Armando Maradona sperimentò sulla propria pelle la spietata durezza dei baschi, in particolare quella di Goikoetxea, che attentò all’incolumità del Piebe de Oro, rischiando di porre fine alla sua carriera!