Napoli-Chievo 0-0, le pagelle azzurre: Insigne sfortunato, Milik non la vede mai!

Callejon spento, perché Ruiz in panchina?
25.11.2018 17:35 di Redazione Calcissimo  articolo letto 80 volte
Milik
Milik

Le pagelle di Luca Coscia

Napoli (4-4-2)

Karnezis 6.5: fa riposare Ospina cavandosela alla grande. Bellissima la parata sulla girata di Obi.

Malcuit 5.5: schierato per dare maggiore spinta sulla corsia, assolve bene il compito ma i suoi cross sono molto imprecisi.

Albiol 6.5: Pellissier, Meggiorini o chi per loro gli crea pochi pericoli.

Koulibaly 6.5: un errore in avvio poi torna il solito muro sfiorando anche il gol nel finale.

Hysaj 6: schierato a sinistra, svolge principalmente compiti di copertura. Prestazione senza infamia e senza lode. (Dal 73’ Mario Rui 5.5 entra per dare spinta anche sul lato mancino ma non incide.)

Callejon 5.5: nonostante resti a Napoli durante la sosta, appare spento. Ha un paio di occasioni per andare in porta ma sbaglia.

Zielinski 5: schierato in posizione centrale, continua con il trend negativo delle ultime gare. Tanta imprecisione nei passaggi e poca qualità.

Diawara 6: in crescita rispetto alle uscite precedenti. Probabilmente l’assolverlo da compiti di costruzione agevola il suo compito. (Dal 56’ Allan 6: il viaggio in Brasile incide nella testa e nelle gambe. Solita garra ma poco altro)

Ounas 6: la sua velocità crea sempre scompiglio sulla corsia mancina. Nel primo tempo è l’unico incisivo in avanti. Forse ingiusta la sostituzione (Dal 56’ Milik 5: più di 30 minuti a disposizione per non toccare un pallone).

Insigne 5: appare avulso e fuori dal gioco. In avvio di ripresa sbaglia un gol clamoroso, sfortunato sul palo.

Mertens 5: servito poco e male, non impensierisce mai i difensori clivensi ma anche quando potrebbe non riesce comunque ad incidere.

All. Ancelotti 5.5: ennesimo turnover in vista del match contro la Stella Rossa. L’approccio al match è sbagliato, decisamente meglio l’avvio di ripresa quando la squadra crea quattro occasioni in pochi minuti. I cambi però, non mandano la gara sui binari giusti. Restano alcuni punti interrogativi: perché togliere Ounas, l’unico positivo degli attaccanti e, soprattutto, perché non dare nemmeno un minuto a Fabian Ruiz che ha qualità e fisicità che sarebbero servite con la pioggia.