Milan, c'è il prezzo per Belotti: 90 milioni! Mirabelli prova a calare l'asso...

E' il Gallo l'obiettivo numero uno dei rossoneri
20.07.2017 08:00 di Carlo Tagliagambe Twitter:    Vedi letture
Andrea Belotti
Andrea Belotti

Tre indizi fanno prova, si dice. E allora, considerato il probabile rinnovo di Aubameyang col Borussia e il passaggio di Morata al Chelsea, manca solo l'ultimo tassello prima di completare il puzzle che porterà Andrea Belotti ad indossare la maglia del Milan. Solo che l'ultimo tassello è di quelli spigolosi, resistenti, poco inclini a facilitare l'incastro perfetto e risponde al nome di Urbano Cairo, presidente tanto appassionato della sua creatura quanto bravo a mercanteggiare il prezzo dei suoi gioielli. 

IL PREZZO - E allora occhio al prezzo: 90 milioni di euro. Tanti, tantissimi per un ragazzo di 24 anni che deve ancora misurarsi con la dimensione internazionale, pur reduce da un anno e mezzo giocato al di là di ogni più rosea aspettativa. Logico però che il Toro punti ad incassare il massimo nel momento migliore del suo centravanti.

PALETTA E NIANG 'IN OSTAGGIO'- Mirabelli però, dal canto suo, sta valutando il da farsi, memore anche dei parecchi rendez vouz a Casa Milan con Petrachi e i dirigenti granata. In quelle occasioni si è parlato di Belotti, ma anche di alcuni giocatori rossoneri graditi all'ex Mihajlovic e che potrebbero raggiungere il tecnico serbo all'ombra della Mole. Tra questi, in particolare, Gabriel Paletta e Mbaye Niang, che sotto la gestione Sinisa ha disputato la sua miglior stagione in rossonero. 
Ecco spiegato l'improvviso raffreddarsi delle trattative con Sassuolo e Fenerbahce per l'uscita dei due giocatori, chiaramente in esubero rispetto al progetto tecnico di Montella. 

L'ASSO NELLA MANICA - La prima proposta del Milan, perlustrativa, potrebbe quindi essere così composta: 40 milioni più i due giocatori graditi a Mihajlovic, per un totale complessivo di 65 milioni (valutando, secondo il Milan, 20 milioni Niang e 5 Paletta). Non basterà, ma Mirabelli lo sa già. Ecco allora che si potrebbe calare il vero e proprio asso nella manica, che risponde al nome di Manuel Locatelli, dichiarato incedibile dalla dirigenza rossonera ma che -vista la tanta concorrenza a centrocampo- potrebbe anche decidere di giocare con continuità per un anno tra le fila dei granata, ovviamente in prestito secco. Potrebbe essere lui la chiave di volta dell'ultimo colpo rossonero di questa pazza estate all'insegna del calciomercato.