Benevento-Roma 0-0, le pagelle delle Streghe

I voti del match del posticipo
21.02.2021 23:02 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Benevento esulta
Calcissimo.com
Benevento esulta
© foto di Federico De Luca

BENEVENTO-ROMA 0-0


Le pagelle di Luca Coscia

Benevento (4-3-2-1)

Montipò 6.5: è sempre in apprensione, pur non dovendo fare grandi interventi. Mantiene la porta inviolata che è la cosa necessaria.

De Paoli 6.5: la Roma spinge tanto dalle sue parti ma lui riesce in qualche modo a contenere.

Glick 5: partita nel complesso senza sbavature ma si prende due gialli inutili che lasciano la squadra in 10 uomini per più di mezz’ora.

Barba 6.5: elegante e preciso nelle chiusure, annulla sia Mayoral che Dzecko.

Foulon 6: quando Kardslop spinge lui va in sofferenza ma, nonostante tutto se la cava. Nel finale combina la frittata ma il VAR lo grazia.

Hetemaj 6.5: si oppone alla fantasia dei trequartisti giallorossi con il suo dinamismo ma alla fine ne esce vincitore.

Schiattarella 6.5: dai suoi piedi partono i lanci per innescare le punte. Tanto lavoro anche in copertura.

Ionita 6.5: in una gara in cui c’è da difendere e ripartire, la sua gamba si rivela preziosa. Tantissimi palloni rubati e contrasti vinti. Esce stremato. (Dal 78’ Tello 6: la cosa paradossale è che ha la palla del possibile 1-0. I suoi polmoni utili per difendere il pari.)

Viola 6: in una gara impostata principalmente sulle ripartenze, prova con la sua qualità a creare qualcosa. È il sacrificato quando le streghe restano in 10. (Dal 59’ Caldirola 7: la Roma butta dentro l’artiglieria pesante ma di testa le prende tutte lui. Il salvataggio sulla linea è l’emblema della sua gara.)

Caprari 5.5: ha pochi palloni giocabili. Prova generosa la sua in cui si sacrifica tanto ma non lascia il segno. (Dal 67’ Insigne 6: mezz’ora circa in cui riesce a tenere il più possibile il pallone lontano dalla propria porta.)

Lapadula 6: fa praticamente reparto da solo, andando a fare a sportellate con i difensori romanisti e facendo salire la squadra. (Dal 78’ Moncini 6: si vede pochissimo ma da comunque il suo apporto per preservare il pari.)

All. Inzaghi 6.5: sente la partita come se fosse ancora un calciatore ma la prepara alla perfezione con una fase difensiva accorta e pronti a ripartire. Con l’espulsione di Glick non perde la testa e ridisegna un 4-4-1. Alla fine porta a casa un pari che sa di vittoria.