Sarri, adesso basta con Bernardeschi!

Basterebbe cambiar modulo per fare a meno dell'ex viola!
12.12.2019 11:00 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Bernardeschi
Bernardeschi

B come Bernardeschi: ancora una prestazione opaca per Federico, l’ennesima di questo primo scorcio di stagione… B come Bidone?

Le prove offerte dall’ex viola contro Sassuolo, Lazio e Bayer Leverkusen hanno ribadito, semmai ve ne fosse bisogno, le sue attuali difficoltà, che lo rendono inutile e addirittura dannoso per la squadra! L’involuzione di Bernardeschi appare evidente ed inesorabile, sollevando il legittimo sospetto che Federico non possieda spalle abbastanza larghe per sopportare il peso della maglia della Juve…

Vederlo in azione ieri sera è stato come assistere per la milionesima volta alla stessa scena dello stesso film: vaga per il campo alla ricerca di una posizione che non trova mai, non indovina in nessun caso l’ultimo passaggio, spesso regala palla agli avversari, favorendone le ripartenze! Perché insistere?Le colpe comunque non sono da addebitare tutte quante al giocatore, ma assai più responsabile è colui che continua a schierarlo titolare, quasi non vedesse coi propri occhi l’imbarazzante mediocrità delle prestazioni offerte da Berna… Ci piacerebbe domandare a Maurizio Sarri che ragione vi sia d’insistere, perseverando diabolicamente in un errore evidente…

Non soddisfa la spiegazione tattica fornita dal tecnico bianconero, secondo cui la corsa e la predisposizione al sacrificio di Bernardeschi garantirebbero maggior equilibrio alla squadra in un ruolo, quello di trequartista, che altri interpreterebbero in modo troppo offensivo… Vero è che il peso di un tridente Dybala-Higuain-Ronaldo, con la Joya sulla trequarti, potrebbe risultare eccessivamente dispendioso, ma non è scritto da nessuna parte che si debba a tutti i costi scendere in campo con un unico modulo!

Così, il 4-3-1-2 potrebbe lasciar spazio a quel 4-3-3 di partenza che aveva regalato ai supporters bianconeri sprazzi di calcio champagne contro Napoli e Atletico Madrid… Insomma, per come la vediamo noi, se a disposizione hai un trequartista bravo e soprattutto di ruolo, allora ben venga il rifinitore alle spalle delle due punte, altrimenti meglio cambiare modulo…