Verona-Napoli 3-1, le pagelle azzurre

I voti del match del Bentegodi
24.01.2021 16:59 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Lozano
Calcissimo.com
Lozano
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

VERONA-NAPOLI 3-1

Le pagelle di Luca Coscia

Napoli (4-2-3-1)

Meret 5.5: non ha colpe specifiche sui primi due gol, un’ombra sul terzo. Impreciso nei rilanci che spesso regalano il pallone agli scaligeri.

Di Lorenzo 5: in sofferenza ogni qualvolta il Verona va dal suo lato, non si vede praticamente mai in fase di spinta. 

Maksimovic 4: protagonista negativo del match. Con la testa sembra altrove, lascia buchi o copre in ritardo su ogni gol subito. Se vuol andare via, la società farebbe bene ad accontentarlo.

Koulibaly 5.5: il meno peggio dei difensori. Sbroglia parecchie situazioni difficoltose ma con l’ingresso di Di Carmine va in panico.

Hysaj 5.5: Faraoni non gli crea grossi grattacapi. Ne approfitta per proporsi in zona cross ma non ne indovina uno.

Demme 6: partenza sprint mostrando di essere in un buon momento. Tanti palloni rubati e sfiora anche il gol in due circostanze. Cala alla distanza. (Dal 63’ Politano 6: nel disastroso finale, è l’unico che prova a combinare qualcosa con il suo mancino velenoso.)

Bakayoko 5: lento e compassato, non riesce ad arginare Zaccagnio chi per lui. (Dall’83’ Lobotka s.v.)

Lozano 6: finchè ha fiato è una scheggia impazzita che manda in tilt i veronesi. Fa un gol dopo 10’’, sprinta e accelera alla sua maniera. Cala alla distanza.

Zielinski 5: vive di qualche spunto buono e niente più, non incide come al solito. (Dall’83’ Elmas : s.v.)

Insigne 5: il capitano trotterella per il campo alla ricerca di sestesso. Ha la rabbia di chi vorrebbe spaccare il mondo ma finisce per intestardisci con soluzioni che non portano a nulla di buono. Spesso va a prendersi il pallone in zone non sue, finendo per pestarsi i piedi con i compagni. (Dal 60’ Mertens 5: da un pallone perso nasce il terzo gol veronese. In avanti è l’ombra di se stesso, da recuperare.)

Petagna 5.5: ottimo nelle sponde fuori dall’area ma poco incisivo sottoporta. Ha l’attenuante dei pochi palloni ricevuti. (Dal 63’ Osimhen 5.5: rientra dopo quasi tre mesi, non è al meglio e si vede. Mai uno spunto dei suoi)

All. Gattuso 5: decide di far riposare Manolas inserendo Maksimovic e non Rrhamani ma la scelta gli si volta contro. La squadra trova subito il vantaggio e per 20’ è padrona del campo ma quando escono fuori gli uomini di Juric, non riesce a trovare le contromisure adeguate. I cambi sembrano più figli della frenesia che altro