Tormentati, ma geniali: Gascoigne e Maradona

29.11.2020 12:15 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Tormentati, ma geniali: Gascoigne e Maradona

Genio e sregolatezza: una definizione perfetta per Maradona, ma anche per Paul Gascoigne, che a Diego era legato da un bizzarro feeling fuori dal campo…

Brilli, ma geniali

Avevano tanto in comune Gascoigne e Maradona, talento e demoni… Gazza ricorda così l’amico Diego, svelando un aneddoto curioso relativo al loro primo incontro:

Sull’aereo avevo bevuto un paio di drink e nel tunnel ho visto Diego e e gli ho detto: ‘Diego, sono un po’ brillo’. E lui mi ha risposto: ‘Tranquillo Gazza, anche io’. Sono andato in campo, ho dribblato quattro avversari, ho segnato, l’ho guardato e gli ho detto: ‘Adesso fai meglio di così’. Ovviamente gli ho parlato in italiano, perchè lui non parlava inglese e…neanche io! Ma penso di aver detto una cosa sbagliata, perchè subito dopo ha cominciato a fare cose incredibili, magiche.

Scusi, ha da accendere?

Maradona e Gascoigne condividevano anche la passione per i sigari e Gazza racconta di quella volta in cui si ritrovarono a fumare insieme, incontrandosi per caso ad un evento benefico:

Ero a una partita di beneficienza, mi ricordo che volevo un accendino e ho visto un tizio fuori con in testa un cappello e in bocca un sigaro enorme. Mi sono avvicinato da dietro e gli ho detto ‘per favore, posso prendere in prestito l’accendino?’. Il tizio si gira ed era Diego, quindi ho cominciato a ridere. Lui ha diviso il suo sigaro con me e si capiva che ci intendevamo.