7 giugno 1964 - Il Bologna mette il settimo sigillo!

Felsinei campioni d'Italia per la settima volta
07.06.2021 18:00 di Carlo Tagliagambe Twitter:    Vedi letture
7 giugno 1964 - Il Bologna mette il settimo sigillo!

Non bastò un campionato intero per decidere l'assegnazione dello scudetto 1964. Servì infatti l'ormai epico spareggio per decretare la fine dei giochi di uno dei tornei più avvicenti della storia della serie A: Inter e Bologna -arrivate a pari punti (54) all'ultima giornata- si giocarono infatti il campionato in una gara secca che riportò il tricolore sotto le due Torri a 23 anni di distanza dall'ultima volta. 

Era l'Inter del Mago Herrera, ma di fronte trovò i rossoblù di Bernardini guidati sul campo dai vari Bulgarelli, Haller, Nielsen e Perani. Uno scontro tra titani, insomma, che Gianni Brera ricorda così:

"Il Bologna ha battuto l'Inter e si consacra campione d'Italia 1964. L'Inter ha subito dal Bologna lo stesso modulo tattico inflitto al Real Madrid sul terreno del Prater. Davvero, possiamo sportivamente compiacerci che per conquistare il titolo italiano il Bologna abbia dovuto superare, e con pieno merito, la squadra campione d'Europa! Il Bologna aveva disputato un ottimo campionato fino al momento della condanna per doping. Poi ha arrancato parecchio, avendo attenuanti soprattutto psicologiche. Riottenuti i punti della condanna di prima istanza, il Bologna si è ritrovato alla pari dell'Inter e lo spareggio si è reso inevitabile.  
La scelta di Roma era quasi ovvia, a dispetto del caldo mediterraneo. Ma il prolungamento della stagione agonistica è stato fatale all'Inter. Si sono visti i suoi resti, all'Olimpico: una sorta di labile ectoplasma di quella che era stata la squadra più grintosa e gagliarda del campionato. 
Il Bologna, per contro, ha finalmente impostato la partita per vincere. Nessuna concessione alle fole estetiche già tanto deplorate (e scontate) l'anno scorso. Praticamente l'Inter ha insegnato la lezione vincendo al Prater e il Bologna l'ha applicata con energica, direi spietata, determinazione. L'Inter ha largamente dominato il centrocampo ed ha scontato in attacco la nullaggine e lo scadimento psicofisico delle sue punte
". 

TABELLINO:
BOLOGNA-INTER: 2-0 
Bologna: Negri s. v.; Furlanis 8; Pavinato 7; Tumburus 8; Janich 9; Fogli 9; Perani 7; Bulgarelli 5; Nielscn 8; Haller 6; Capra 6. 
Inter: Sarti 6; Burgnich 6; Facchetti 6; Tagnin 6; Guarneri 6; Picchi 9; Jair 4; Mazzola 4; Milani 5; Suarez 8; Corso 5. 
Marcatori: Fogli al 30', Nielsen al 39' della ripresa. 
Arbitro: Lo Bello