Juventus-Roma ai raggi x: il pronostico e le curiosità

L'analisi di Oddschecker sulla sfida dell'Allianz Stadium
15.10.2021 15:55 di Redazione Calcissimo   vedi letture
Juventus-Roma ai raggi x: il pronostico e le curiosità
Calcissimo.com
© foto di Image Sport

Una grande classica del nostro campionato, una rivalità pronta a riaccendersi domenica sera all’Allianz Stadium alle 20.45. Il ritorno dello Special One a Torino da “nemico” è solo uno dei motivi di interesse della gara, che mette di fronte due squadre diverse, ma pronte a sfruttare i rispettivi punti deboli. In bilico fino all’ultimo la presenza delle due stelle - Dybala da una parte e Abraham dall’altra - ma i duelli esaltanti non mancheranno: uno su tutti, quello tra due dei futuri pilastri della Nazionale a centrocampo, Locatelli e Pellegrini.

Scopriamo insieme la comparazione quote proposta sul sito di Oddschecker
 

Quote 1x2 di Juventus-Roma

Juventus favorita, seppure con una quota molto invitante che oscilla tra l'1.85 di Sisal e l'1.91 di William Hill. La vittoria giallorossa paga fino a 4.25 volte la quota (Snai), mentre la maggior parte dei bookmaker la quota intorno ai 4.00. Infine, il pareggio: il segno X vale da un minimo di 3.50 (Snai) a un massimo di 3.80 (Bet365). In mezzo i 3.60 di William Hill e Sisal, i 3.65 di Planetwin e i 3.75 di Unibet.
 

Quote Gol/No Gol di Juventus-Roma

Nonostante Juve e Roma siano guidate da due allenatori sempre attenti alla fase difensiva, anche in questo caso i bookmaker sono concordi nel ritenere che entrambe le squadre andranno a segno. Snai quota rispettivamente 1.53 e 2.35 Gol e No Gol, quote simili su William Hill (1.61 - 2.20) e Betclic (1.62 - 2.16).
 

Quote Under/Over di Juventus-Roma

I bookmaker credono in una partita con tanti gol: la quota dell’Over 2.5 va dall’1.60 di Snai all’1.72 di Bet365, più bassa rispetto all’Under che parte invece dai 2.10 di Bet365 per arrivare ai 2.25 di Unibet. Chi volesse osare invece un Over 3.5, sappia che si parte dai 2.45 di Snai, mentre Bet365 arriva fino a 2.75. 
 

Quote Risultato esatto di Juventus-Roma

Più cauti invece i bookmaker sul risultato esatto: nonostante le quote fin qui elencate, prevalgono i risultati con pochi gol. Su tutti l’1-1, che oscilla tra i 7.00 di Snai e i 7.75 di Betclic. Un altro pareggio con gol, il 2-2, vale quasi il doppio (15.00 su Betclic, 13.00 su William Hill). Un altro risultato ritenuto probabile è la vittoria per 2-1 della Juventus, che paga fino a 9.50 volte la posta (Betclic), mentre lo stesso risultato in favore della Roma lievita fino ai 15.00 di Snai.
 

I Confronti

Quello di domenica sarà il 175° incrocio in Serie A tra le due squadre: nei precedenti 174 il bilancio sorride alla Juventus, vittoriosa in 83 occasioni contro le 41 della Roma, con 50 pareggi. 269 le reti segnate dai bianconeri negli scontri diretti, 187 quelle dei giallorossi. Come già accennato, negli ultimi dieci anni non c’è stata storia a Torino: nove vittorie della Juventus, una della Roma (nell’estate 2020, a scudetto già conquistato dai bianconeri). Il gap, almeno limitandoci a questa sfida, sembra però essersi ridotto progressivamente: se nei primi anni del dominio della Juventus arrivarono vittorie nette e convincenti sui giallorossi, negli ultimi anni i bianconeri l’hanno spuntata con non poca sofferenza (quattro 1-0 consecutivi tra il 2015 e il 2018). L’ultimo precedente risale allo scorso febbraio, quando Cristiano Ronaldo e un’autorete di Ibanez diedero la vittoria alla Juventus guidata da Pirlo sulla Roma di Fonseca.
 

Lo stadio

La partita si giocherà all’Allianz Stadium di Torino, una vera roccaforte per la Juventus, specialmente contro la Roma: nei 10 precedenti, infatti, i bianconeri hanno prevalso nove volte. La capienza dello stadio è stata aumentata al 75% in seguito alle nuove norme sulla presenza del pubblico durante gli eventi pubblici all’aperto, è lecito dunque immaginarsi una cornice degna delle migliori occasioni. 
 

Le curiosità

Non solo Juve-Roma: domenica sera tornerà anche la rivalità tra Mourinho e la Juventus, nata ai tempi in cui lo Special One allenava l’Inter. Anni in cui il portoghese non le mandava a dire alle rivali, tantomeno alla Juve: dagli errori arbitrali alle aree di rigore più larghe, fino ai tempi più recenti, quando da allenatore del Manchester United Mourinho ha ricordato ai tifosi bianconeri il triplete del 2010. Il bilancio di Mou con la Juve è favorevole: l’ha incontrata sette volte, battendola quattro volte, pareggiando una e perdendo due volte.
 

Juventus-Roma, tre sfide memorabili

Una sfida che anche in tempi recenti è valsa lo Scudetto. Ma questo non basta a riassumere una rivalità lunga almeno 40 anni e che vive di episodi anche controversi. Limitandoci alle gare disputate a Torino in tempi abbastanza recenti, abbiamo selezionato tre partite che per importanza spiccano rispetto alle altre.

1. Una rimonta che profuma di Scudetto

È il 6 maggio 2001 e la Juventus di Carlo Ancelotti si gioca una delle ultime chance per rientrare in corsa per la vittoria finale del campionato. I bianconeri partono fortissimo e dopo 6 minuti sono già in vantaggio 2-0, grazie alle reti di Del Piero e Zidane. La Roma di Capello è irriconoscibile e nemmeno i cambi effettuati nella ripresa sembrano dare la scossa.

È a 10 minuti dalla fine che cambia tutto: Nakata pesca il jolly dalla distanza e fulmina Van Der Saar. La Roma si desta e aumenta il forcing alla ricerca del pareggio, che arriva al 90’: un tiro da fuori ancóra di Nakata, stavolta parato ma non trattenuto dal portiere olandese. Sulla palla si avventa Montella, 2-2. La Juve, dopo una partita dominata, vede sfumare le speranze tricolori; la Roma mette le mani sul suo secondo scudetto.

2. Juve show allo Stadium, Luis Enrique annichilito

Il primo Juventus-Roma di Serie A giocato nel nuovo stadio bianconero è un’autentica prova di forza della prima Juve di Antonio Conte, che poi vincerà lo scudetto da imbattuta. Un 4-0 senza appello, firmato dalla doppietta di Vidal in apertura e dalle reti di Pirlo e Marchisio.

La Roma, guidata da Luis Enrique, ci capisce poco: il passivo potrebbe essere ancora più largo. È il 22 aprile 2012 e questa vittoria si inserisce in un filotto di vittorie consecutive che porteranno la Juventus a riconquistare il titolo 6 anni dopo. Un risultato che, inoltre, inaugurerà una striscia di successi consecutivi della Juventus sulla Roma: saranno 8, striscia interrotta solo nel 2020.

3. La Roma spezza la maledizione

E proprio al 1° agosto 2020 si arriva, con la Roma che spezza la maledizione e vince per la prima volta all’Allianz Stadium. Una partita in verità che non aveva molto da chiedere, con una Juventus già sicura del suo nono scudetto consecutivo e una Roma fuori dalla lotta per la Champions League. Segnano Higuain per i bianconeri, Kalinic e Perotti (2) per una Roma in cui brillano un devastante Zaniolo - che purtroppo si infortunerà ancora un mese dopo - e un giovane esordiente che domenica sera potrebbe essere nuovamente titolare: Riccardo Calafiori.
 

Gli ex storici tra Juventus e Roma

L’intensa rivalità tra le due squadre non ha impedito che molti giocatori e qualche allenatore - anche importanti - indossassero entrambe le maglie. Come non partire da Zibi Boniek, il “bello di notte” che dopo aver vinto tutto con la Juve tra il 1982 e il 1985 si trasferì per i tre anni successivi nella Capitale, sponda giallorossa: come lui anche Lionello Manfredonia. Una stagione a Torino e una a Roma invece per Pietro Vierchowod, che all’Olimpico - ma con la maglia della Juventus - vincerà anche una Champions League.

Con lui, quella sera in campo c’era anche Angelo Peruzzi: il portiere, cresciuto nel vivaio giallorosso, diventerà anche capitano della Juve. Per arrivare ai tempi più recenti, con i vari Perrotta, Emerson (il cui trasferimento fece infuriare la tifoseria giallorossa), Zebina, Aquilani, Vucinic, Borriello, Osvaldo, Pjanic e Benatia. Fino al recente scambio Spinazzola-Pellegrini. E gli allenatori? Fabio Capello, naturalmente, e Claudio Ranieri.