La rabbia di Mariella Scirea: "Scritte contro Gaetano? E' troppo"

Le parole della vedova Scirea dopo gli episodi di Firenze
03.12.2018 08:00 di Redazione Calcissimo  articolo letto 11 volte
Vergogna a Firenze
Vergogna a Firenze

"Mi sento indifesa, questo e' troppo": cosi' Mariella Scirea, vedova dell'ex capitano della Juve, Gaetano, ha commentato le scritte offensive contro il marito comparse davanti al Franchi prima di Fiorentina-Juventus. "E' indecente e vergognoso. Nessuno merita questo, ma ancora meno mio marito per quello che ha dato al calcio italiano", ha dichiarato a Corriere.it ricordando il difensore nella nazionale morto in un incidente stradale nel 1989."Mio figlio Riccardo dice di lasciare perdere, perche' quelle scritte indecenti e vergognose sono frutto di pochi cretini", ha dichiarato Mariella Scirea che si trovava a Firenze per una festa degli Juventus club, "ma questo e' troppo, anche perche' non e' la prima volta. E sono stanca, provo tristezza e dolore". "E' stato come un fulmine a ciel sereno", ha aggiunto, "nessuno merita quelle scritte, ma ancora meno mio marito per quello che ha dato al calcio italiano. Mi sento indifesa, come se non si potesse far nulla di fronte a questa desolazione: mi rendo conto che viviamo in un mondo senza piu' rispetto nemmeno per i morti". Tra i tanti messaggi di solidarieta' e' arrivato quello di Rita Antognoni, la moglie dell'ex capitano della Fiorentina, ora dirigente viola, che su Facebook si e' detta "veramente addolorata per quelle bruttissime scritte". "Gaetano oltre ad essere stato un grandissimo campione era un uomo sensibile, buono ed onesto".