Se lo dice Lei - Il mercato è finito coi botti: via Icardi, Rebic-Milan. Juve, ora hai un problema...

Il punto sul mercato a firma di Ilenia De Sena
03.09.2019 15:00 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Icardi
Icardi

Con l’ultima giornata di mercato si chiude all’ultimo minuto la telenovela che ha tenuto milioni di italiani incollati ai social e alla tv: quella tra Icardi e l’Inter, con la moglie-agente dell’attaccante a intermediare, e non con poche polemiche, ogni fase della vicenda, dai salotti di Tiki Taka ai post social con frasi annesse. Ma ora Maurito è del PSG ma solo in prestito .

Ma andiamo nel dettaglio a fare il punto del mercato delle principali squadre :

Juventus
Ha rinforzato la difesa con gli acquisti del turco Demiral, dell’olandese Matthijs de Ligt pagato 75 milioni di di euro, Danilo nello scambio con Cancelo più conguaglio a favore di bianconeri di 28 milioni di euro e Gigi Buffon a parametro zero. Per il centrocampo sono arrivati due svincolati di lusso: Aaron Ramsey dall'Arsenal e Adrien Rabiot dal Psg. Non andato in porto l'acquisto di Icardi così come le cessioni di tanti "esuberi" quali Blaise Matuidi, Mario Mandzukic e Paulo Dybala il ritorno di Gonzalo Higuain dal Chelsea e la mancata cessione alla Roma visto il suo impuntarsi per rimanere.

Inter
Il fuoco d’artificio è arrivato giusto allo scoccare della chiusura del mercato: la cessione di Icardi al Psg in prestito gratuito con diritto di riscatto fissato a 70 milioni di euro. In difesa sono arrivati Diego Godin e Alessandro Bastoni, già di proprietà dell’Inter ma in prestito al Parma nell'ultima stagione. A metà campo sono arrivati Stefano Sensi, Nicolò Barella, Cristiano Biraghi, Lucien Agoumé e Valentino Lazaro. In attacco Politano e Lautaro Martinez, in più è stato promosso in prima squadra il giovane Esposito.
Ma i due grandi colpi di quest’estate per i nerazzurri sono stati Romelu Lukaku e Alexis Sanchez dallo United. Il tutto condito con le cessioni di tre "indesiderati": Ivan Perisic, Radja Nainggolan e Joao Mario. Miranda ha rescisso il contratto e Dalbert è andato alla Fiorentina in camibo di Biraghi.

Milan
Non ha fatto grandi cose ma questo per i vari problemi legati all’indebitamento: i tifosi non sono molto soddisfatti del mercato della lora squadra ma la dirigenza (Boban-Massara-Maldini) hanno sfoltito dove hanno potuto.
In difesa è arrivato Leo Duarte, mentre per il ruolo di terzino sinistro Theo Hernandez dal Real Madrid e Laxalt ceduto al Torino. A centrocampo sono diventati rossoneri Ismael Bennacer e Rade Krunic mentre in attacco sono stati ceduti André Silva e Cutrone ma sono arrivati Rafael Leao e Ante Rebic, ultimo arrivato nella serata di ieri.

Napoli
La squadra di Ancelotti si è rinforzata e ha sognato per molto di poter arrivare a James Rodriguez e Mauro Icardi . De Laurentiis però ha accontentato il suo allenatore con gli arrivi di Hirving Lozano e Fernando Llorente. In difesa sono arrivati due grandi rinforzi come Kostas Manolas e Di Lorenzo, mentre a centrocampo sono arrivati Elmas e il giovane Zinedine Machach.

Roma
In entrata sono arrivati Pau Lopez in porta, in difesa Chris Smalling, Gianluca Mancini, Davide Zappacosta, Leonardo Spinazzola, Amadou Diawara, Jordan Veretout, Henrix Mkhitaryan e Nikola Kalinic. Nove nuovi giocatori per il tecnico Fonseca che ha esultato per la permanenza di Edin Dzeko che è stato ad un passo dall'Inter salvo poi firmare il rinnovo.

La grande sfida Marotta-Paratici per il momento sembra essere vinta dal nerazzurro con Paratici bloccato sulle cessioni... Ora la Juve e Sarri si trovano da gestire 6/7 giocatori in rosa scontenti e soprattutto che saranno esclusi dalla lista Champions . Riuscirà il tecnico a tenere unito tutto lo spogliatoio?

... E comunque una riflessione che mi viene da fare : tutti i più grandi club d'Europa oramai sono bloccati dai loro stessi ingaggi ai giocatori e in questo modo diventano invendibili vedi:  Bale, Neymar, Dybala, Mandzukic, Rakitic, Pogba, James Rodriguez... forse è venuto il momento per il movimento del calcio di rivedere e ridimensionare le cifre di tutti.
Ma questo è solo un mio pensiero!

Non mi resta che salutarvi e augurarvi buon campionato, ci “risentiamo” nei commenti delle giornate di serie A


Ilenia De Sena