Inter-Sassuolo 0-0 pagelle e contropagelle: Handa salva il risultato, Perisic è un fantasma

Le pagelle nerazzurre di Inter-Sassuolo
19.01.2019 23:08 di Redazione Calcissimo  articolo letto 1861 volte
contro il razzismo
contro il razzismo

Le pagelle di Andrea De Boni

 

HANDANOVIC: è super quando salva il risultato su Boateng nel secondo tempo. Per il resto è attento e preciso. Voto 7

D’AMBROSIO: meglio del suo compagno sulla fascia opposta, cerca di spingere in zona offensiva senza però riuscire a creare pericoli. Voto 6

DE VRIJ: inizia quasi deconcentrato lasciando troppo spazio agli avversari, cresce di livello con il passare dei minuti ma Boateng lo mette in difficoltà più del dovuto. Voto 5.5

SKRINIAR: sempre bene, sempre attento. Dalle sue parti non si passa mai. Voto 6.5

ASAMOAH: confusionario in troppe occasioni, rischia qualche giocata di troppo. Nessun errore grave ma una prova non convincente. Voto 5

BROZOVIC: non una partita da ricordare. Lento e spesso impreciso fatica ad innescare l’azione offensiva dei suoi. cero che senza di lui è il buio più totale in mezzo al campo. Voto 5.5

VECINO: lento e farraginoso non trova mai una giocata degna di nota. Fisicamente forse non ancora al 100%, soffre il giro palla degli emiliani. Voto 5

Dall’ 81’ BORJA VALERO: nulla da segnalare. S.V.

POLITANO: gioca ad intermittenza con momenti dove si fa trovare con continuità in zona offensiva, e tratti del match dove sparisce completamente. Sfortunato nel finale di primo tempo quando Consigli si supera per negargli il gol personale. Voto 6.5

Dall’ 81’ MARTINEZ: entra troppo tardi ma riesce comunque a rendersi utile e pericoloso. Deve giocare di più. Voto 6

JOAO MARIO: molle, molto molle, troppo molle. Manca di mordente la sua prestazione ne risente. Giusta la sua sostituzione dopo 1 ora di gioco dove non ha inciso come avrebbe dovuto fare. Voto 5

Dal 60’ NAINGGOLAN: ci si aspettava molto da lui ma il suo ingresso non cambia il filo logico della partita. Si perde tra le maglie emiliane ed entra pochissimo nel vivo del gioco. Voto 5.5

PERISIC: evanescente a dir poco, sembra essere in campo per fare un favore agli altri. La domanda principale è come sia possibile che non sia stato sostituito. voto 4.5

ICARDI: troppo isolato, non gli arriva un pallone giocatile che sia uno. Certo però che anche lui non vince mezzo contrasto e perde praticamente tutti i duelli aerei con gli avversari. Voto 5


ALL. SPALLETTI: la squadra gioca male e la sensazione è quella di aver buttato via 2 punti importanti per la qualificazioneChampions. Alcune sue scelte appaiono rivedibili come l’entrata di Lautaro solo nei minuti finali, oppure la scelta di sostituire Politano e non uno spento Perisic. La classifica è comunque buona ma sembra che i suoi non siano in grado di risolvere problemi che ciclicamente vengono a galla. Voto 4.5

 

Le pagelle di Gabriele Borzillo

HANDANOVIC: il salvatore della patria. Ho detto tutto. 8

D'AMBROSIO: inizia pure bene. Poi si perde nel nulla. 5,5

DE VRIJ: incerto, balbettante, coi canditi del panettone da smaltire. 5-

SKRINIAR: leggermente meglio del compagno di reparto ma ingolfato. 5,5

ASAMOAH: non ricordo una giocata degna di questo nome. 4,5

VECINO: presentarlo in condizioni simili non è un bene né per lui né per noi. 4

BROZOVIC: negativa la prima. 5+

POLITANO: corre. Magari senza costrutto ma corre. Più dei compagni di squadra senz'altro. 6-

JOAO MARIO: anonimo. Senza arte né parte. Fuori ruolo. 5

PERISIC: prestazione imbarazzante. E mi perdoni il temine imbarazzante. 3,5

ICARDI: così serve a poco. Anzi, a niente. 4

NAINGGOLAN: sta ancora in vacanza. 4,5

BORJAVALERO: a cosa serve quando devi vincere e mancano dieci minuti? 5

LAUTARO: ha creato più scompiglio lui in cinque minuti che tutto il resto della squadra negli altri ottanta. 6

SPALLETTI: non ci ha capito nulla dal minuto uno al novantatre. Squadra sguaiata, con poco senso, niente gara e in ginocchio. Spiace, molte delle colpe sono sue. I cambi non cambi compresi. 3