BOLOGNA-INTER 0-3 pagelle e contropagelle di Gabriele Borzillo: Il Ninja colpisce subito, Spalletti vince e non convince

Le pagelle nerazzurre di Bologna-Inter 0-3
01.09.2018 20:14 di Andrea De Boni   Vedi letture
Radja Nainggolan
Radja Nainggolan

Le pagelle di Andrea De Boni

HANDANOVIC: non era facile oggi dopo le giuste critiche ricevute dopo i match contro il Torino. Gioca tranquillo e non sbaglia nulla. Non così scontato visto il periodo. VOTO 6.5

D’AMBROSIO: il Bologna si difende in massa, quindi i suoi compiti difensivi sono praticamente nulli. Il problema è che non prova mai un affondo, si limita al solito retropassaggio inutile che rallenta l’azione dei nerazzurri. VOTO 5.5

Dall’ 86’ VRSALJKO: S.V.

DE VRIJ: partita attenta e ordinata. Continuano i suoi progressi e cresce l’intesa cn i compagni. VOTO 6.5

SKRINIAR: come al solito una garanzia. VOTO 6.5

ASAMOAH: fisicamente non al meglio e si vede. Meno brillante del solito, svolge il compitino senza mai provare ad alzare il ritmo. Perde un paio di palloni che rischiano di costare caro. VOTO 5.5

GAGLIARDINI: lento, lento e ancora lento. Come se non bastasse molto approssimativo anche negli appoggi ai compagni in fase di costruzione. Partita assolutamente negativa. VOTO 5

BROZOVIC: il Mondiale lo influenza ancora dal punto di vista fisico. Il giro palla è lento, le idee a volte confuse. In fase di copertura però si segnala per alcuni interventi importanti. VOTO 6 

POLITANO: tanta corsa, spesso a vuoto ed inutile. Non punta mai il suo diretto avversario, non cerca mai la giocata per scardinare il muro felsineo. Ha il piccolo merito di fraseggiare bene in occasione del gol che sblocca il match. VOTO 5.5

NAINGGOLAN: non un grande partita ma sempre comunque sul pezzo. Nel primo tempo ci prova con un paio di conclusioni da fuori, nella ripresa è lui che fa esplodere i tifosi arrivati a Bologna  con il gol che sblocca la partita. Alla prima è subito decisivo. Benvenuto! VOTO 6.5

Dal 78’ VECINO: S.V.

PERISIC: è discontinuo e lo sappiamo tutti. Oggi è una di quelle partite dove non sembra neanche essere sceso in campo. Poi si sveglia nel finale, regala l’assist per il raddoppio di Candreva e sigla il gol dello 0-3. Sempre determinante. VOTO 7

KEITA: gioca da prima punta causa assenza di Icardi, ovvio che non possa avere le caratteristiche del numero 9 nerazzurro. Lotta e svaria su tutto il fronte offensivo ma si divora letteralmente il gol dello 0-2 poco prima di essere sostituito. VOTO 5

DAL 79’ CANDREVA: doveva andare via ma lui ha deciso di rimanere a Milano e provare a giocarsi le sue carte. Entra in campo, debutto stagionale, e dopo pochi minuti torna al gol dopo oltre 1 anno. In 15 minuti dimostra di voler dire la sua in questa stagione. VOTO 7

ALL. SPALLETTI: finalmente la prima vittoria al termine di una partita molto più complicata a dispetto del risultato finale. La squadra continua ad avere grosse difficoltà sul piano del gioco e rischia in un paio di occasioni. Contava vincere e la vittoria è arrivata. VOTO 6

Le pagelle di Gabriele Borzillo

HANDANOVIC; si vede passare a fianco un colpo di testa sul quale non sarebbe mai arrivato, peraltro fa una buona parata ad inizio partita e esce con decisione in alcune occasioni. Sembra aver ritrovate la retta via. 7

D'AMBROSIO; sembra stanco dopo dieci minuti. Non mi ha convinto, titubante e balbettante fin troppo. Ma hai vinto largo, quindi...6-

dal minuto 86 VRSALIJKO; gli darei la sufficienza solo perché son contento sia nerazzurro. Non giudicabile.

SKRINIAR; ancora leggermente imballato, cincischia in qualche circostanza ma se la cava. 6

DE VRIJ; meglio del compagno di reparto, col quale sta evidentemente cercando intesa ed armonia calcistica. Buone un paio di chiusure, dimostra personalità e grinta. 6,5

ASAMOAH; 45 minuti di compitino, poi la svolta. Se gioca più alto ne beneficia lui e la fascia sinistra diventa un'arma. 6,5

BROZOVIC; come il connazionale gioca un primo tempo come fosse passato da Bologna per caso. Poi si sveglia e torna Marcelo, quello degli ultimi mesi. Gira lui, gira la squadra. Sarà un caso? 7

GAGLIARDINI; a volte ti fa sacramentare come non ci fosse un domani, a volte pensi che sia un gran giocatore. Sarà un caso, ma con lui Brozovic rende 10 volte meglio. Mena e lo menano. 6,5

POLITANO; si sbatte come un forsennato, sente che l'Inter è l'occasione della vita e fa di tutto per dimostrare di essere all'altezza. Secondo assist per il ragazzo. 7

NAINGGOLAN; inizia bene, poi sparisce a lungo cercando una posizione che non trova. Nella ripresa giostra meglio e, alla fine, trova la stoccata. Da Ninja. Buon esordio, non è al massimo e si vede. 7

dal minuto 77 VECINO; poco tempo, non giudicabile.

PERISIC; primo tempo abulico, noioso, sonnolento e accidioso. Poi si ricorda di aver portato la Croazia in finale. Altra categoria, anche al 60%. 7+

KEITA BALDE; luci e ombre, comunque fa belle cose e si vede che ha una marcia in più. ancora indietro di condizione, sarà un'arma in più per Spalletti. 7-

dal minuto 79 CANDREVA; ha segnato lui, proprio lui. Solo per questo 8.

 

SPALLETTI; la squadra è evidentemente indietro di preparazione, e si vede. Luciano cerca di ovviare iniziando da dove aveva finito, una sorta di 4231, che di sovente si trasformava in 4411 con Radja dietro Keita. Primo tempo comunque sonnolento, al quale fa seguito una ripresa convincente e cambi azzeccati, senza inventarsi nulla. Ora due settimane di stop dove affinare condizione e schemi; che siamo indietro. Passo avanti del mister. 6,5