Preparatore e non solo: chi è Martyn Pert?

27.04.2021 08:33 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Preparatore e non solo: chi è Martyn Pert?

Definire Martyn Pert soltanto un preparatore sarebbe riduttivo: per lo United lui è molto di più… Un factotum prezioso, uno di cui non si può fare a meno, no davvero!

Spirito d’iniziativa

Prima di accasarsi allo United col ruolo di preparatore, Martyn Pert ha dovuto rimboccarsi le maniche per trovare un lavoro, ma lo spirito d’iniziativa non gli è mai mancato e la sua perseveranza alla fine è stato premiato:

Vivevo in una tenda, andavo agli allenamenti di giorno e tornavo la notte. Ho incontrato il direttore delle giovanili del Bayern e in Italia ho conosciuto Franco Baresi, abbiamo preso un caffè assieme.

Dal calcio al basket

Dopo una breve esperienza al West Bromwich, Pert vola negli USA, dove conosce Pat Riley, leggenda e Presidente dei Miami Heat, che gli concede la chance di lavorare con il celebre preparatore Bill Foran:

Raccoglievo bottiglie di plastica, guardavo Pat Riley e cercavo di imparare. Facevo qualsiasi cosa pur di essere lì mentre parlava con i giocatori. C’erano alcune stelle di prima grandezza, come Dwyane Wade o Shaquille O’Neal, ma non importa quanti soldi guadagnassero, Pat aveva un’autorità enorme su di loro e loro lo rispettavano.

L’incontro col Loco

Che Martyn Pert fosse in gamba se n’era accorto per primo Marcelo Bielsa, favorevolmente colpito dalle analisi che quel giovanotto gli aveva sottoposto:

Non me lo aspettavo, ma mi ha scritto e mi ha detto che erano fatte molto bene.

Incassato il gradimento del Loco, Pert approfitta di un viaggio di lavoro a Buenos Aires per recarsi da lui e conoscerlo di persona:

Mi sono svegliato alle 5 e ho guidato fino a Rosario, che è a tre ore e mezza di macchina, per incontrare Bielsa a casa sua. Abbiamo parlato di calcio per tre o quattro ore ed era colpito dal fatto che fossi andato fino a lì per incontrarlo e per ascoltarlo.