Milan-Sassuolo 1-2, le pagelle rossonere

I voti del match di San Siro
21.04.2021 20:25 di Carlo Tagliagambe Twitter:    Vedi letture
Milan-Sassuolo 1-2, le pagelle rossonere

MILAN-SASSUOLO 1-2

Le pagelle di Carlo Tagliagambe 

MILAN (4-2-3-1)
Donnarumma: 
non ha colpe particolari suoi gol subiti. Voto 6 
Calabria:
un buon rientro, considerando anche la presenza -dalle sue parti- di un cliente scomodo come Boga. Voto 6
dall'86' Kalulu:
pochi minuti per lui. S.V.
Kjær:
concede troppo spazio a Raspadori in occasione del gol del pareggio, poi perde il pallone da cui nasce il gol dell'1-2. Una serataccia: a volte capita anche a lui. Voto 5
Tomori:
Raspadori gli fa fare brutta figura in occasione del gol partita. Voto 5
Dalot:
provvidenziale nel murare, in scivolata, la sassata di Berardi a una manciata di secondi dall'intervallo, ma nella ripresa è un disastro e la combina grossa su entrambi i gol del Sassuolo. Voto 4,5
Meïte:
prestazione sufficiente fino alla confusione generata sui gol. Voto 5,5 
dall'86' Brahim Diaz:
entra e prova a dare la scossa, ma il tempo è poco. Voto 6
Kessie:
tiene alla grande per un'ora, poi non ne ha più. Voto 6
Saelemaekers:
spinge l'azione del vantaggio telecomandando la palla sui piedi di Calhanoglu, poi però non tiene i 90'. Voto 5,5
dall'86' Castillejo:
si divora da metri due l'occasione del pareggio. Voto 5
Çalhanoğlu:
scalda il destro con un paio di lanci sbagliati, poi pennella all'incrocio il gol del vantaggio. Quando Pioli lo richiama in panchina il Milan si sfalda, anche se va detto che non era al meglio. Voto 6,5 
dal 73' Krunic:
entra lui e va in scena il disastro. Solo una coincidenza? No, temiamo di no. Voto 4,5 
Rebić:
in serata no, non gli riesce praticamente nulla. Voto 5 
dal 73' Mandzukic:
più lo si vede giocare più viene da chiedersi se era davvero il caso... Voto 5
Leão:
un fantasma. Anzi no, almeno i fantasmi fanno paura, lui nemmeno quella. Voto 4
All. Pioli:
i suoi cambi hanno semplicemente ribaltato la gara in favore del Sassuolo. Scelte francamente incomprensibili, tra cui il continuare a puntare su Leao e la perenne esclusione di Hauge. Voto 5