Napoli-Atalanta 4-1, le pagelle azzurre

I voti del match del San Paolo
17.10.2020 17:58 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Napoli esulta
© foto di Insidefoto/Image Sport
Napoli esulta

NAPOLI-ATALANTA 4-1
Le pagelle di Luca Coscia 

Napoli (4-2-3-1)

Ospina 6.5: più che per le parate, si fa notare per i rilanci, che innescano i compagni. Peccato per il gol subito ma poteva fare poco.

Di Lorenzo 7: quando si sovrappone con Politano, l’Atalanta soffre maledettamente. Preciso e puntuale in difesa.

Manolas 7: annichilisce avversari come Zapata e Gomez. Un calciatore ritrovato, dopo le ombre dell’anno scorso.

Koulibaly 6.5: un ombra sul gol orobico, quando si fa saltare da Romero, ma per il resto il gigante c’è. 

Hysaj 6.5: oramai Gattuso si affida solamente a lui sulla corsia sinistra. Si vede poco ma il suo apporto da equilibrio.

Bakayoko 6.5: non gioca da sette mesi ma nessuno se ne accorge. Serviva una diga in mezzo al campo ed eccolo qua. Si intende anche bene con i compagni, come se fosse in squadra da tempo. (Dal 74’ Lobotka 6: entra a risultato già acquisito, porta la sua freschezza.)

Fabian Ruiz 7: con un compagno di maggior sostanza, si rivede il giocatore ammirato nel corso della sua prima stagione. Prende per mano il centrocampo e detta i tempi egregiamente. (Dall’84’ Demme s.v.)

Politano 7.5: una furia sulla corsia destra. Semina il panico e cerca Lozano sul lato opposto con una certa facilità. Il gol realizzato è da cineteca. Quando tornerà Insigne, toglierlo sarà un problema. (Dal 60’ Ghoulam 6: mezz’ora per cercare di ritrovarsi ma il Napoli, in quel momento, bada più a contenere.) 

Mertens 6.5: il ruolo dietro la punta lo allontana dalla porta ma gli consente di sfruttare al meglio i suoi strappi e le sue qualità tecniche (dal 74’ Malcuit 6: gioca esterno destro d’attacco ma l’inerzia della gara in quel momento, lo porta a non mettersi mai in mostra.)

Lozano 8: se il primo gol è un appoggio da un metro, nel secondo c’è tutta la sua classe. Da destra passa a sinistra ma la differenza non si vede. Il messicano è, finalmente, il top player acquistato l’anno scorso. In crescita anche in fase di non possesso.

Osimhen 7.5: finalmente trova il suo primo gol in serie A ma, nel complesso, è il suo stile di gioco a convincere. Il suo peso consente alle frecce dietro di lui di sbucare da ogni angolo. (dall’83’ Petagna)

All. Gattuso 7.5: conferma le quattro punte e manda subito in campo Bakayoko, annichilendo una squadra come l’Atalanta. Gli basta un tempo per vincere il match, poi bada a contenere. Aldilà di tutto, si vede tutto il suo lavoro con calciatori ritrovati (Lozano ed Hysaj su tutti), e le sue idee di gioco che prendono forma. La sensazione è che da qui a fine anno ne vedremo ancora delle belle.