Juve-Napoli 2-0, le pagelle azzurre

20.01.2021 23:22 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Juve-Napoli 2-0, le pagelle azzurre

Le pagelle di Luca Coscia

Napoli (4-2-3-1)

Ospina 6.5: se non fosse stato per lui, la gara sarebbe finito prima. Bravo su Chiesa, miracoloso su Bernardeschi. Scenico nell’uscita al 90’, con tanto di dribbling, che ricorda il suo connazionale Ospina.

Di Lorenzo 5.5: tiene botta nel primo tempo, ma quando entra Bernardeschi, soffre. 

Manolas 5: in palese affanno. Due svirgolate clamorose potevano costare caro già prima dell’1-0. In costante sofferenza tutto il match. 

Koulibaly 6: chiude qualsiasi falla si apre dalla sua zona. Bravo e pulito negli anticipi. Se Ronaldo vede poche volte la palla è merito anche suo.

Mario Rui 5.5: nel primo tempo tiene bene botta dal suo lato, facendo un gran lavoro in chiusura. Nella ripresa ha meno aiuto da Insigne e va in difficoltà. (Dall’85’ Politano 6: una sua sgommata nel finale poteva regalare il pari.  Non si capisce perché venga buttato dentro solo a 5’ dalla fine.)

Bakayoko 5: in difficoltà sul pressing ed il maggiore dinamismo dei difensori bianconeri. Come se non bastasse, devia il pallone verso Ronaldo sul vantaggio bianconero. (Dal 66’ Elmas 5: è il primo cambio dopo lo svantaggio ma viene inghiottito dalla confusione generale. Evanescente)

Demme 6: primo tempo perfetto facendo da cerniera davanti e la difesa e riuscendo a far girare il pallone. Cala nella ripresa quando la Juve preme sull’acceleratore. (Dall’85 Llorente s.v.)

Lozano 5.5: nel primo tempo quando accelera mette in apprensione i bianconeri. Con un colpo di testa sfiora il gol. Scompare nella ripresa.

Zielinski 5: si nota solo per un tunnel a Cuadrado allo scadere del primo tempo. Fatica a trovare la posizione, non incide.

Insigne 5: primo tempo di gran sacrificio, riesce a creare qualcosa nelle poche volte che si accende. Sul giudizio pesa il rigore sbagliato. Ancora una volta però, quando dovrebbe prendersi la squadra sulle spalle, ne sente troppo il peso.

Petagna 5: si nota più come difensore aggiunto che come attaccante. Si abbassa troppo, però, e non è di supporto. Assente in avanti. (Dal 72’ Mertens 6: non è al meglio ma va premiato per la sua generosità. Si procura il rigore che avrebbe potuto raddrizzare la gara.)

All. Gattuso 5: opta per una gara difensivista. Lascia il pallino del gioco alla Juve, dando la sensazione di una squadra timorosa. Benino il primo tempo, malissimo nella ripresa quando si fa letteralmente schiacciare. I cambi creano solo confusione. La speranza è che questa prova venga metabolizzata in fretta.