Rigore negato alla Juve a Crotone: nessuno adesso s'indigna? Perché non si grida allo scandalo? Complottisti, dove siete?

Il fallo di Mesbah su Dybala in area è netto, ma chissà perché non viene sanzionato col penalty.
 di Gabriele Cantella  articolo letto 769 volte
Mesbah su Dybala
Mesbah su Dybala

La Juve ruba. La Juve vince perché favorita dagli arbitri, che le regalano rigori inesistenti, negandoli ai suoi avversari. Questa la tesi di chi, frustrato da anni di delusioni, non trova nient'altro di meglio da fare che trovare improbabili giustificazioni ai propri insuccessi in presunti complotti orditi, chissà da chi e chissà perché.

E pensare che Calciopoli avrebbe dovuto azzerare le polemiche e restituirci un calcio finalmente pulito... Ma quando a vincere è la Juventus, il sospetto diviene insopprimibile e i maligni in coro tornano a gridare al complotto! Chissà perché, però, quegli stessi maligni, convinti assertori di un complotto ai danni dell'Inter, "derubata" da Rizzoli allo Stdium domenica scorsa, rimangano in silenzio e non si indignino di fronte al rigore solare negato ai bianconeri sul campo del Crotone mercoledì pomeriggio.

Il fallo di Mesbah su Paulo Dybala nell'area di rigore calabrese è evidente almeno quanto la frustrazione di Icardi al termine dell'ultimo derby d'Italia e per questo impossibile da non rilevare per il giudice di porta Guida, a pochi centimetri di distanza dallo svolgimento dell'azione.

Complottisti di tutta Italia e del mondo intero, dove siete finiti? Perché tacete, tornate a far sentire la vostra voce! Orsù, suonate i vostri tromboni adesso! Una domanda s'impone legittima, un sospetto, insopprimibile, si fa largo tra i nostri pensieri: qualcuno sta provando a favorire il Crotone nella sua disperata rincorsa alla salvezza? Meditate gente, meditate...