Serie A, i voti alle big di Beppe Bianconero

26.05.2021 21:30 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Serie A, i voti alle big di Beppe Bianconero

VOTI ALLA STAGIONE DI BEPPE BIANCONERO

Si è conclusa la stagione 2020/2021 che ha dato i suoi verdetti:
INTER: Campione d’Italia
MILAN, ATALANTA, JUVENTUS: in Champions League
NAPOLI, LAZIO: in Europa League
ROMA: in Conference League (prima edizione)
PARMA, CROTONE, BENEVENTO: Retrocesse in Serie B

INTER: Voto 8 (91 punti)
Nella prima parte della stagione all’inseguimento del Milan per poi sorpassarlo proprio nel Derby ed in maniera definitiva. Il girone di ritorno ha visto i neroazzurri di Antonio Conte capitolare solamente contro la Juventus, tutte le altre squadre del campionato sono state battute almeno per una volta. Antonio Conte è stato l’artefice di questo scudetto facendo un gran lavoro  con i propri giocatori e dando quella carica che in questi 11 anni è mancata in casa Inter. La pecca rimane in Europa dove i Campioni d’Italia non hanno passato i gironi di Champions League mandando alle ortiche una qualificazione alla portata arrivando addirittura quarti senza la possibilità di andare a giocarsi nemmeno l’Europa League. Avessero passato almeno i gironi il voto sarebbe stato senza dubbio più alto.

MILAN: Voto 7 (79 punti)
Pioli porta finalmente il Milan in Champions League dopo averli visti campioni d’inverno prima del sorpasso dei cugini. Una stagione molto positiva in casa Milan dove per metà stagione si è proiettata come seria candidata al titolo. Dopo la sconfitta nel Derby per 3-0 non c’è stata più storia, l’Inter è andata in fuga ma la squadra di Pioli, nonostante un girone di ritorno altalenante, ha tenuto fino all’ultimo centrando la qualificazione nell’Europa che conta di più. Il gruppo è rimasto coeso e spinto da un allenatore che ha dimostrato di essere all’altezza.

ATALANTA: Voto 7.5 (78 punti)

Gasperini porta la Dea in Champions League per la terza volta consecutiva confermanto gli orobici una grande realtà. La qualificazione in Champions League è stato conquistato con una giornata di campionato in anticipo. Bene in Europa e finalista in Coppa Italia contro la Juventus non riuscendo a conquistarla e perdendo contro i bianconeri per 1-2. Per puntare allo scudetto manca ancora qualcosa ma questa Atalanta è davvero una squadra ben costruita e che oramai non stupisce più, una realtà! 

JUVENTUS: Voto 6 (78 punti)
La stagione è stata “salvata” nell’ultima settimana raggiungendo il quarto posto (ma solamente grazie alla debacle del Napoli che pareggia in casa contro il Verona) e vincendo la finale di Coppa Italia contro l’Atalanta per 1-2 conquistando così il secondo trofeo della stagione dopo averla vista vincere l’altra finale di Supercoppa Italiana contro il Napoli. Ci si aspettava un campionato più combattuto invece ci si è ritrovati a vedere una Juventus perdere in casa col Benevento e lasciare punti con la stessa ed altre che hanno lottato per la retrocessione. Non è mai stata in corsa per la rincorsa al titolo, ci si aspettava una qualificazione in Champions con ampio margine di tempo invece si è dovuto sperare in risultati negativi altrui all’ultima giornata di campionato. Non ci si aspettava una eliminazione dalla Champions League contro un Porto che a livello di rosa e di squadra è molto inferiore alla Juventus. Il voto 6 è dettato solo per le due coppe conquistate e per il raggiungimento del quarto posto per il rotto della cuffia. La stagione, seppur salvata un pochino in extremis, è molto deludente. Andrea Pirlo ha cambiato 37 formazioni non costruendo un’ossatura stabile e mettendo spesso, o quasi spesso, giocatori in campo in ruoli differenti da quello loro naturale. Ci saranno dei cambiamenti? Così non puoi presentarti in Europa o rischi altre brutte figure.

Si prospettano settimane di fuoco tra calciomercato, panchine e rivoluzioni.
In casa Juventus si attende una ricostruzione ed un cambio allenatore, tutto sembra portare ad un cambio generazionale ma rimaniamo in attesa di vedere cosa succederà. 
In casa Inter è bufera, Antonio Conte sembrerebbe lasciare ed il malcontento di alcuni giocatori fan pensare che anch’essi seguano la linea di Conte, quella di abbandonare visto i problemi economici della società.
In casa Milan si cambia il portiere lasciando partire Donnarumma ma la situazione in società sembra comunque serena come all’Atalanta.
Insomma, ci saranno tante novità e tanta carne al fuoco. Aspettiamo il seguirsi delle vicende.
AD MAIORA SEMPER

Beppe Petruzzini