Il problema di Dybala è Dybala stesso...

Il punto non è se la Juve possa o no fare a meno di Dybala, ma se avesse senso scambiarlo con Lukaku...
06.08.2019 08:00 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Paulo Dybala
Paulo Dybala

Il punto non è se la Juve possa fare o no a meno di Dybala, ma se avesse senso scambiarlo con Lukaku. Premesso che, a modesto parere del sottoscritto, il suddetto scambio equivalesse ad un autentico suicidio sul piano tecnico, proveremo adesso a capire se l’eventuale permanenza in bianconero della Joya rappresenti un vantaggio oppure no... Sul talento di Dybala non v’è da discutere, ma il talento non basta per incidere e decidere... Quando, infatti, il diez juventino si è rivelato determinante? Quando lo è stato nei grandi appuntamenti? Una sola volta, ormai tre stagioni addietro, nel quarto d’andata contro il Barcellona di Messi: doppietta da urlo e subito il paragone, affrettato e scomodo, proprio con il più illustre connazionale Lionel! Quei due gol, abbaglianti per bellezza ed importanza, parevano il trampolino perfetto verso la definitiva consacrazione nell’Olimpo degli dei del pallone, ma poi... Forse appagato dall’accostamento all’idolo Messi e da un rinnovo di contratto con ingaggio da Top Player, Dybala si smarrisce nella selva oscura dell’autocompiacimento e addio sogni di gloria... A Cardiff è un fantasma, Nedved lo cazzia pubblicamente, invitandolo ad un comportamento più professionale ed Allegri lo allontana dalla porta, convinto di poterlo tramutare in un tuttocampista recuperatore di palloni. A Paulo mancano attributi ed umiltà, il talento da solo non basta a renderlo il fuoriclasse che credeva di essere, ma può ancora diventarlo? Difficile dirlo, ma sono persuaso che Sarri possa aiutare Dybala a trovare una dimensione, magari da falso nueve, di nuovo vicino alla porta e vicino a CR7. Ad ogni modo, dovesse davvero restare alla Juve, per lui sarà l’ultima chiamata. Quella non potrà restare senza risposta...