Da Ibra a Tevez, da Pirlo a Bonucci: perché Allegri litiga coi big? Il prossimo sarà CR7?

Se arrivasse allo scontro con Ronaldo, questa volta Allegri potrebbe rimetterci il posto...
13.09.2018 14:44 di Gabriele Cantella  articolo letto 8784 volte
Allegri vs Tevez
Allegri vs Tevez

I toscani, si sa, hanno caratteri difficili, personalità spigolose, quasi impossibili da smussare...

Non fa eccezione Massimiliano Allegri, livornese DOC, che dietro a quell'aplomb all'apparenza pacato, nasconde un'indole scorbutica.

Non basta però il DNA toscano per spiegare i reiterati conflitti tra l'attuale tecnico della Juventus e i campioni che allena: da Ibra a Tevez, da Pirlo a Bonucci, per quale ragione i big arrivano spesso allo scontro (anche fisico) con Max?

Lippi era toscano anche lui, eppure non si ricordano particolari contrasti o litigi plateali con i vari Del Piero, Zidane, Nedved, Buffon, Ibrahimovic o Trezeguet...

Allegri invece si è fatto appendere al muro da Zlatan ai tempi del Milan, ha silurato Pirlo salvo poi ritrovarselo di nuovo in rosa alla Juve, si è fatto mandare a quel paese da Tevez, ha fatto a pugni, pare, con Bonucci per poi riaccoglierlo a braccia aperte, ha cozzato con Higuain e adesso sta ostracizzando pure Dybala: perché?

Forse perché soffre i calciatori con una spiccata personalità, quelli che non può permettersi di trattare come gli altri, quelli che non gliele mandano a dire, quelli che non accettano pedissequamente le sue scelte come farebbero uno Sturaro o un De Sciglio qualunque...

Il prossimo della lista sarà Cristiano Ronaldo? Può darsi, ma nel caso in cui Max davvero arrivasse allo scontro con CR7, il finale sarebbe senz'altro diverso: questa volta non sarebbe lui a vincere, ottenendo la testa del rivale...

Del resto, se sborsi 100 milioni di euro per strappare al Real il migliore al mondo e gli versi sul conto la bellezza di 31 cucuzze a stagione, beh, va da sè che a cadere non può essere la testa del portoghese... Allegri avvisato, mezzo salvato...