Le lavate di testa di Jurgen Klopp: guai a chi sgarra!

24.01.2021 12:42 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Le lavate di testa di Jurgen Klopp: guai a chi sgarra!

Allenatore ed educatore: Jurgen Klopp non è soltanto un insegnante di calcio, ma ai suoi calciatori impartisce anche lezioni di vita…

Umiltà e rispetto

Quando un giovanotto di belle speranze entra per la prima volta in uno spogliatoio di campioni affermati come quello del Liverpool, deve farlo in punta di piedi, mostrando umiltà e rispetto nei confronti di chi ha più esperienza, parola di Dejan Lovren:

Le giovani generazioni devono assimilare quello che noi calciatori più anziani abbiamo appreso con l’esperienza. Nel calcio moderno non ci sono più i calciatori giovani che puliscono gli scarpini o portano l’acqua, perchè ormai i club hanno persone pagate per farlo. E credo che questo non sia buono. I giovani devono imparare le forme del calcio il prima possibile, devono sapere come funzionano le cose all’interno.

Mercedes e Rolex

Jurgen Klopp non è tipo da tollerare atteggiamenti da prima donna, specie da parte di chi ha ancora tutto da dimostrare… Lo sa bene Lovren, che racconta di quella volta in cui il tecnico dei Reds lavò la testa ad un diciottenne un tantino arrogante:

‘Con che macchina sei venuto?’, gli ha chiesto il mister. ‘Con una Mercedes’, ha risposto il ragazzo. ‘Cosa hai al polso?’, ha replicato Klopp. ‘Un Rolex’, ha spiegato lui. ‘E quante partite hai giocato con la prima squadra?’. ‘Nessuna’, ha risposto il ragazzo, rendendosi conto della situazione. E il giorno dopo è venuto senza orologio e con una macchina meno appariscente.