Fiorentina, Commisso pessimista sul nuovo stadio

03.12.2020 16:10 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Fiorentina, Commisso pessimista sul nuovo stadio

"Vedremo se per lo stadio nuovo ci saranno le condizioni per potere lavorare e destinare altre cifre molto importanti anche a questa struttura, vitale per societa' che hanno ambizioni, ma per come si stanno mettendo le cose, per quello che sento e leggo, ho tanta paura che uno stadio nuovo per la Fiorentina possa rimanere solo un sogno, forse irrealizzabile". Lo ha scritto il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso come risposta ad una lettera che gli aveva inviato nei giorni scorsi il vicepresidente di un viola club dell'Isola d'Elba (Livorno). "Ho a cuore la Fiorentina e tutto cio' che faccio e' per il bene del club, per cercare di costruire per la nostra societa' un futuro ricco di soddisfazioni - ha aggiunto Commisso - E' ormai piu' di un anno che insieme alla mia famiglia siamo immersi nel mondo viola e mi auguro di poter portare avanti le idee e i progetti che, con le persone che collaborano con me, hanno l'obiettivo di rendere la nostra amata squadra sempre piu' competitiva". "In piu' occasioni ribadisco che non faro' mai promesse che non potro' mantenere, questa piccola regola che mi hanno insegnato i miei genitori, la porto con me in tutte le mie scelte di vita, personali o di business - ha proseguito il numero uno del club viola - Non voglio illudere nessuno e il rispetto profondo e sincero che ho nei confronti di tutti e in particolare della Famiglia Viola, mi impongono di dire sempre la verita'. Ed e' vero che siamo partiti dalle necessarie fondamenta, dalle basi che per un club di calcio nascono dal centro sportivo, dalla casa dove fare crescere i nostri ragazzi e le nostre ragazze". Commisso, parlando del futuro centro sportivo viola che sorgera' in localita' Bagno a Ripoli, alle porte di Firenze, ha fatto sapere come il "via ai lavori e' ormai alle porte, gli investimenti sono stati stanziati e decisi, spero e mi auguro di non avere nuove sorprese e di consegnare alla Fiorentina e ai fiorentini il Viola Park all'inizio del 2022. Sappiate solo che il mio unico interesse e' la Fiorentina e mi batto per lasciare a Firenze ed alla splendida Famiglia Viola qualcosa di bello che, certamente, non mi portero' dietro negli Stati Uniti".