500 gol in una lettera: Luis Suárez si auto celebra

23.03.2021 17:54 di Gabriele Cantella   Vedi letture
500 gol in una lettera: Luis Suárez si auto celebra

500 gol valgon bene una lettera per Luis Suárez, che affida ad una pagina bianca i suoi ricordi, ripercorrendo le tappe di una carriera straordinaria…

Gli inizi

L’avventura di Luis Suárez comincia in Uruguay e prosegue in Olanda:

Quando ho fatto il mio debutto professionale con la squadra dei miei sogni d’infanzia, ho pensato che non potesse esistere nulla di meglio nella vita. Abbiamo vinto il campionato insieme. A 19 anni, ero pronto a fare il passo successivo, e trasferirmi in Europa così giovane è stato un grande sacrificio. Fu una grande impresa. Non ci sarei riuscito senza la fiducia e il sostegno della gente di Groningen, sia del club che dei tifosi. Amsterdam mi ha reso quello che sono oggi. Non c’era posto migliore per imparare e crescere come giocatore. Essere stato in un club come questo è la cosa più grande che ho ottenuto nella mia carriera.

Liverpool e Barça

Trovata la consacrazione a Liverpool, Suárez si trasferisce a Barcellona e lì vince tutto:

Il Liverpool era speciale. Il legame con i tifosi mi ha aiutato ad affrontare la sfida di giocare in un campionato così competitivo. E poi Barcellona, una città incredibile, che mi ha accolto a braccia aperte. Ho potuto giocare con i migliori giocatori del mondo e conquistare l’Europa. Cosa si potrebbe chiedere di più?

Infine Madrid

Infine Madrid, l’ultima tappa, forse, di un cammino lungo quasi due decadi:

Adesso sono a Madrid, che ama e difende l’Atletico. Voglio segnare molti più gol qui e spero che i tifosi tornino presto così possiamo festeggiarli insieme. E oltre a tutto questo, rappresentare il mio Paese sui palcoscenici più importanti del mondo. Questo sempre stato il mio più grande onore.