Gennaio mese di... pacchi!!!

04.02.2021 08:01 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Gennaio mese di... pacchi!!!

Gennaio è storicamente avaro di grandi colpi: i grossi calibri difficilmente si muovono e si cerca di cogliere quelle opportunità che eventualmente si presentassero… Raramente la sessione invernale di calciomercato regala affari d’oro, più spesso capita ai nostri Direttori Sportivi di vedersi rifilare autentici bidoni: ecco la nostra Top 5…

1) ANELKA

Campione d’Europa con la Nazionale francese e col Real Madrid nello stesso anno, il 2000, Nicholas Anelka approda alla Juve nel gennaio 2013, reduce dall’esperienza cinese tra le file dello Shanghai Shenhua: appena 3 presenze e zero gol in bianconero per il francese, che se ne va senza lasciar traccia. 

Nicholas Anelka con la maglia della Juventus.

2) FABIO JUNIOR

Gennaio 1999, Zeman attende fiducioso lo sbarco di Shevchenko nella Capitale, ma al suo posto arriva Fabio Junior! Chi era costui? Centravanti brasiliano, soprannominato O Uragàn, che si proclama meglio di Ronaldo, ma si rivelerà peggio di Aristoteles della Longobarda! 

Fabio Junior in azione con la maglia della Roma.

3) ESNAIDER

A gennaio del 1999, sbarca in Italia pure Juan Esnaider, attaccante argentino proveniente dall’Espanyol, scelto da Luciano Moggi per sostituire l’infortunato Del Piero: in 6 mesi alla Juve segna la miseria di 1 gol e il pacco viene prontamente rispedito in Spagna! Peccato fosse costato la bellezza di 12 miliardi delle allora lire! 

Juan Esnaider, centravanti argentino, acquistato dalla Juventus nel gennaio 1999.

4) BATISTUTA

“Gli abbiamo tirato una sola”, sogghigna Franco Sensi un istante dopo aver formalizzato il passsaggio di Batistuta dalla Roma all’Internel gennaio 2003. Aveva ragione lui: appena 2 gol in 12 presenze per il Re Leone, non più capace di ruggire, ma di emettere al massimo un tenero ed innocuo miagolio!

Gabriel Batistuta in una delle sue rare esultanze con la maglia dell’Inter.

5) SCHELOTTO

Nel gennaio 2013, l’Inter si rinforza con quello che passerà alla storia come il bidone più decisivo di sempre: dall’Atalanta arriva Ezequiel Schelotto, che di gol ne segna uno solo, ma nel derby e per giunta determinante! Basta e avanza per rimanere negli annali, non per guadagnarsi la riconferma!