Lineker vittima di razzismo: ecco perché…

19.09.2022 09:13 di Gabriele Cantella   vedi letture
Lineker vittima di razzismo: ecco perché…

Lineker vittima di razzismo? Che ci crediate o no, l’ex centravanti inglese ha davvero subitoun trattamento discriminatorio ai tempi della scuola: ecco perché…

Easy boy

Gary Lineker è quello che in inglese si dice un easy boy, un tipo semplice, a cui il successo non ha dato alla testa, uno che non si prende troppo sul serio, dotato di una straordinaria auto ironia! Chi avrebbe mai detto che l’ex attaccante di Barcellona e Tottenham avesse vissuto un’infanzia difficile, tra prese in giro e insulti razzisti!

Pelle scura

La vita non è stata sempre buona con Gary Lineker, che prima di diventare una stella del calcio mondiale era un ragazzino gracile, bullizzato dai compagni di scuola e preso in giro per la sua pelle scura:

Se non fossi stato bravo nello sport, la vita sarebbe stata molto diversa per me e penso che sarei stato vittima di bullismo a scuola. Quando ero piccolo ero un po’ un emarginato. Ero piccolo, sfigato, di pelle scura e ho subito abusi razzisti anche se sono inglese come chiunque altro.

Si dice il peccato, ma non il peccatore…

Se è vero che si dice il peccato, ma non il peccatore, Gary Lineker, fedele alla celebre massima, afferma di aver subito molestie da alcuni colleghi in passato, ma non ne rivela i nomi:

Non farei mai i loro nomi ma anche nel calcio professionistico ho subito quelle molestie un paio di volte, ma ripeto, non direi mai i nomi. Ho sofferto di quel tipo di sciocchezze ed è stato un po’ strano. Altre persone potrebbero non essere in grado di gestire queste situazioni.