Quando il calcio fa ridere

13.04.2021 18:36 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Quando il calcio fa ridere

Di barzellette sul calcio ne circolano un’infinità: eccone 5 tra le più esilaranti…

1) Il tifoso e il piccione

Un tifoso è allo stadio a guardare un’importante partita della sua squadra del cuore quando ad un certo punto sente quello seduto accanto a lui mormorare: ‘Sessantacinque mila spettatori, ventiduegiocatori, un arbitro e due guardalinee…’
Lo guarda incuriosito senza dire niente, ma il tipo riprende a ripetere con tono ancora più alto la solita frase incomprensibile: ‘Sessantacinque mila spettatori, ventidue giocatori, un arbitro e due guardalinee…’
Ed ancora: ‘Sessantacinque mila spettatori, ventidue giocatori, un arbitro e due guardalinee…’
Incuriosito ed infastidito gli chiede: ‘Mi scusi, ma cosa sta dicendo?’
E l’altro: ‘Sto dicendo…con sessantacinque mila spettatori, ventidue giocatori, un arbitro e due guardalinee… il piccione doveva fare i suoi bisogni proprio in testa a me?!’

2) Il figlio discolo

La mamma rimprovera il figlio vagabondo.
‘Luca non sono per niente contenta, vai male a scuola, e il motivo so già qual è: pensi solo al calcio!’
‘Non è vero mamma!’
‘Sì, e per questo ti meriti una punizione!’
‘Di prima o di seconda?’

3) Il trapano del dentista

Mentre sta lavorando con il trapano il dentista dice al paziente: ‘Per favore, potrebbe lanciare qualche urlo disperato di dolore?’
‘Ma dottore, non mi sta facendo così male…’
‘Sì, lo so, ma tra poco inizia la partita e in anticamera ci sono ancora quattro persone che attendono il loro turno!’

4) Totti e Babbo Natale

A Natale Totti chiede a sua moglie Ilary: 
‘Amò vai da Babbo Natale e gli dici che voglio un pallone novo?’
Ilary lo guarda storto e gli risponde: ‘E perché ci dovrei andare io?’
‘Perché mi hanno detto di mannarci ‘na letterina!’

5) Tredici!!!

Ascoltando i risultati delle partite di calcio alla radio, un uomo si accorge di aver fatto un tredici milionario. Super entusiasta urla alla moglie: ‘Elvira, ho vinto un milione. Prepara subito levaligie!’ 

‘Che bello Enrico! Ci devo mettere i vestiti estivi o invernali?’

‘Mettici quello che ti pare, basta che te ne vai!’