Il lato nascosto di Pepe

02.03.2021 14:39 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Il lato nascosto di Pepe

Duro in campo e mammone fuori: l’ex Real Pepe, oggi in forza al Porto, smentisce la sua fama da cattivo, rivelando un’insospettabile tenerezza…

Tutti nel lettone!

A 17 anni Pepe era già grande e grosso come lo vedete oggi sul campo, ma dormiva ancora nel lettone dei suoi genitori in mezzo a mamma e papà:

Finchè sono arrivato in Portogallo a 17 anni, dormivo con mia madre, quindi immaginatevi la scena… Ero già parecchio robusto e dormivo con i miei genitori, quindi credo che a mio padre non piacesse molto che io fossi lì.

Carezze alla mamma

Da sempre legatissimo alla madre, Pepe ricorda i momenti di tenerezza vissuti con lei da bambino, rammaricandosi di esserle stato a lungo lontano:

L’altro giorno ho parlato con mia madre e mi ha detto che quando ero piccolo mi piaceva tanto accarezzarle i capelli. Io le ho risposto che forse già sapevo che avrei passato troppo tempo lontano da lei.

Un cattivo generoso

Se in campo Pepe mette paura agli avversari per la durezza dei suoi interventi, fuori invece si dimostra generoso e sensibile come quella volta in cui rinunciò al suo ultimo stipendio per aiutare il Besiktas a pagare magazzinieri, cuochi e giardinieri.