Aristoteles, chi era costui?

16.04.2021 10:21 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Aristoteles, chi era costui?

A distanza di 37 anni dall’uscita nelle sale del cult movie ‘L’allenatore nel pallone’, Urs Althaus, divenuto celebre nei panni di Aristoteles, svela le sue verità a proposito della felice esperienza sul set al fianco di Lino Banfi…

Ex calciatore

Prima di intraprendere la carriera da attore, Urs Althaus pareva destinato a quella di calciatore professionista: comincia nel settore giovanile del Basilea e si trasferisce in seguito allo Zurigo, ma un infortunio alla spalla lo costringe ad appendere gli scarpini al chiodo…

Il provino

Quando Urs si presenta al provino per la parte di Aristoteles, il regista, Sergio Martino, rimane colpito dalla sua fisicità, ma è il passato da calciatore a risultare decisivo per fargli ottenere il ruolo:

Sergio Martino voleva vedere come me la cavavo, così cominciai a palleggiare nel suo ufficio e lui a quel punto esclamò: ‘Bene, ho trovato il mio Aristoteles!’

I consigli di Ancelotti

Nel film, Aristoteles segna uno spettacolare gol su punizione, ma piazzare il pallone nel sette non fu impresa facile per Urs Althaus: al primo tentativo sparò la palla in curva, al secondo invece, grazie ai consigli di Carlo Ancelotti, centrò l’incrocio con una deliziosa palombella carica d’effetto!

Carlo mi suggerì di cambiare l’angolazione della rincorsa e funzionò alla grande: calciai come mi aveva detto e il pallone finì dritto all’incrocio dei pali!