Se lo dice lei - Champions, che esordio per Lazio e Juve!

Il punto sulla Champions a firma di Ilenia De Sena
21.10.2020 13:39 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Lazio
© foto di Insidefoto/Image Sport
Lazio

Le italiane volano nel primo turno della fase a gironi di Champions League portando a casa delle preziose vittorie. 

Cominciamo parlando della Juventus
Primo turno della fase a gironi che serve a voltare la pagina di un capitolo che non si è chiuso nel migliore dei modi vista l’ultima eliminazione per mano del Lione vissuta insieme all’ex tecnico Maurizio Sarri. Sarà compito di Andrea Pirlo dare un colore tutto nuovo a questa competizione. La Juventus vince 2-0 la gara in casa della Dinamo Kiev del primo turno della fase a gironi di Champions League. Non sono mancati i colpi di scena in positivo ma con l’uscita dal campo per infortunio di Chiellini, anche in negativo. Nella prima frazione i bianconeri sono stati più pericolosi, a partire dal 12′, quando Federico Chiesa ha impensierito Bushchan che è riuscito d’altraparte a parare il tiro a giro. Subito dopo Chiellini ha sfiorato la rete del vantaggio con un colpo di testa dagli sviluppi di calcio d’angolo. Sempre lui è stato poi costretto ad uscire per infortunio. Una chiara occasione è arrivata al minuto 34 con un tacco di Kulusevski sempre parato dall’estremo difensore del club ucraino. In realtà il match si è sbloccato nel secondo tempo. La Juventus è passata in vantaggio dopo una manciata di secondi dall’inizio della ripresa, con Alvaro Morata, bravo in tap-in a realizzare un gol pesantissimo. Il secondo tempo ha vissuto pochissime emozioni e dopo una lunga gestione del pallone, la Vecchia Signora è riuscita a trovare il secondo gol al minuto 84 ancora con Morata, che di testa ha sfruttato un bel cross di Cuadrado. Pirlo vince così la gara d’esordio come allenatore in Champions League nonostante abbia dovuto fare a meno di Cristiano Ronaldo anche per la gara di oggi ma Morata ha fatto il suo per ottenere punti in campo internazionale con la sua nuova, anche se non troppo, maglia bianconera.

Dallo Stadio Olimpico di Kiev passiamo a quello di Roma perche proprio qui la Lazio gioca un’ottima gara mettendo quasi completamente in ombra gli avversari. Sono serviti solo 23 minuti ai biancocelesti per essere già avanti di due gol grazie all’ex Immobile e ad un’autorete di Hitz su colpo di testa di Luiz Felipe. All’Olimpico si è visto un primo tempo giocato dalla Lazio degno di nota che non ha lasciato spazio al Borussia Dortmund. La giusta aggressività e incisività hanno portato a segnare due reti durante questa frazione di gioco. L’autore del primo gol porta la firma di immobile. Il raddoppio è arrivato invece da un angolo e da un colpo di testa di Luiz Felipe deviato nella propria porta da Hitz. Nella ripresa il Dortmund capisce che è il momento di iniziare a spingere sull’acceleratore. Il bomber Haaland è l’uomo su cui puntare. Infatti si rende subito pericoloso e questa sua rabbia agonistica fa sì che trovi un varco e scaraventi sotto la traversa un tiro potentissimo che sembra riaprire la partita. Il finale di gara è in controllo della Lazio che non si risparmia fino al 90' e porta a casa tre punti in vista del passaggio agli ottavi di finale. È un gol di Akpa Akpro nel finale che chiude il match sul 3-1 regalando il primo successo alla Lazio dopo il ritorno in Champions.

In attesa delle prossime gare europee che vedranno protagoniste come italiane le restanti Atalanta e Inter, buona Champions!


Ilenia De Sena