Sapete tutto su ‘L’allenatore nel pallone’?

16.04.2021 09:20 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Sapete tutto su ‘L’allenatore nel pallone’?

Tutti abbiamo visto almeno una volta ‘L’allenatore nel pallone’, ma quanto sappiamo di ciò che è accaduto dietro le quinte? Ecco 5 curiosità sul cult movie con protagonista Lino Banfi…

1) La maglia della Longobarda

Vi siete mai chiesti perché la maglia della Longobarda è bianca? L’idea fu del regista, Sergio Martino, che decise di inserire nel film immagini di repertorio del campionato di Serie A per completare le scene di campo: bianche infatti erano le divise da trasferta di numerose squadre, quindi le compagini ospiti potevano sembrare sempre la Longobarda!

2) Il polsino dell’Avvocato

Nella scena in cui il Presidente della Longobarda Borlotti è a colloquio con Gianni Agnelli, il braccio inquadrato in primo piano con l’iconico orologio sopra il polsino, segno distintivo dell’Avvocato, era in realtà quello del regista, Giorgio Martino!

3) W la Longobarda!

Nella scena in cui Canà si precipita in stazione per fermare Aristoteles, che sta partendo in treno, sulla colonna alle spalle del controllore si può notare la scritta ‘W la Longobarda!’

4) Il blooper

In pochi forse si saranno accorti di una piccola incongruenza temporale all’inizio del film: nella bacheca dei trofei di Oronzo Canà in casa del Mister, c’è una foto di lui in panchina con Crisantemi accanto, ma sarà soltanto in seguito che il personaggio interpretato da Lino Banfi incontrerà per la prima volta quello dello jettatore!

5) Liedholm e Pugliese

L’idea per il film balenò in testa a Lino Banfi dopo un incontro in aereo con Niels Liedholm, che gli suggerì di portare sullo schermo un personaggio ispirato all’istrionico allenatore Oronzo Pugliese, detto ‘Il Mago di Turi’.