Juve-Milan, eroi per una notte

08.05.2021 12:43 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Juve-Milan, eroi per una notte

Grandi nomi hanno griffato le sfide tra Juve e Milan, ma anche qualche gregario che nessuno si aspettava: eroi per una notte, protagonisti inattesi che diventano decisivi quasi per caso…

1) Caceres

Appena tornato alla Juventus nel gennaio 2012, Martin Caceres si ripresenta ai tifosi bianconeri con una doppietta al Milan nell’andata delle semifinali di Coppa Italia a San Siro: niente male per uno che di mestiere non fa l’attaccante, bensì il difensore! 

2) Benatia

Da un difensore ad un altro, da Martin Caceres a Mehdi Benatia, autore anch’egli di una doppietta al Milan, ma questa volta addirittura in finale: prima un imperioso stacco di testa, lassù dove volano le aquile, quindi un ricco sotto misura da rapace dell’area di rigore, con la gentile collaborazione di un Gigio Donnarumma in versione gatto di marmo!

3) Javi Moreno

Di Javi Moreno i tifosi del Milan si ricordano a stento: lo spagnolo la porta la vedeva poco e male, ma tra i pochissimi gol realizzato in maglia rossonera c’è quello rifilato alla Juve in semifinale di Coppa Italia, tutta ininfluente ai fini della qualificazione. 

4) Josè Mari

Da uno spagnolo ad un altro, da Javi Moreno a Josè Mari, che come il connazionale segnava raramente, ma pure lui uno dei pochi gol al suo attivo nel Milan lo realizzò contro la Juve in semifinale di Coppa Italia: purtroppo anche quella rete non bastò ai rossoneri per ottenere il passaggio del turno.

5) Galia

“Carneade, chi era costui?”, si domandava un perplesso Don Abbondio ne I Promessi Sposi… Il nome del filosofo greco indica, nel gergo comune, una persona sconosciuta… Sconosciuta come Roberto Galia, onesto faticatore di centrocampo col vizio del gol: gol pesanti, come quello rifilato a San Siro al Milan di Sacchi nella finale di ritorno della Coppa Italia 1989/90, che valse alla Juventus di Zoff la conquista dell’ambito trofeo dopo lo 0-0 dell’andata al Comunale di Torino!