Napoli-Milan 1-3, le pagelle rossonere

I voti del match del San Paolo
22.11.2020 23:00 di Carlo Tagliagambe Twitter:    Vedi letture
Napoli-Milan 1-3, le pagelle rossonere

NAPOLI-MILAN 1-3

Le pagelle di Carlo Tagliagambe 

MILAN (4-2-3-1)
Donnarumma:
un paio di balzi felini in avvio e la porta sbarrata a Petagna nel finale gli valgono una più che meritata sufficienza. Voto 6.5 
Calabria:
dalle sue parti si soffre, ma lui ha il merito di disinnescare a turno sia Insigne che Mario Rui. Voto 6
Kjaer:
rischia la stirata dopo pochi minuti, ma ne esce con una prestazione sontuosa in cui non molla neanche un centimetro agli avversari. Voto 7
Romagnoli:
poco mordente nel contrastare Mertens che, in girata, riapre la gara nella ripresa. I suoi errori stanno diventano una costante piuttosto preoccupante. Voto 5
Theo Hernandez:
galoppa come un puledro di razza e pennella in fronte a Ibra il pallone del vantaggio. Ha birra in corpo per tutti i 90' e torna prepotentemente sui livelli della scorsa stagione. Voto 7.5
Bennacer:
è vero, qualche errore lo commette ma che bello, dopo anni di Biglia e Montolivo, avere un play che cerca la giocata e l'invenzione. Che poi, quando riescono, spesso e volentieri tagliano in due la difesa avversaria (vedi assist per Hague). Voto 7
Kessie:
sembra che dalla Costa d'Avorio ci sia tornato di corsa, tanto è il ritmo che muove le sue gambe. Sfinito, a fine gara stringe i denti dopo essere crollato a terra per la fatica. Zolletta di zucchero e via, giovedì c'è il Lille! Voto 7
Saelemaekers:
qualche colpo di tacco inutile e tanta corsa (utilissima) al servizio di Sua Maestà Ibra. Voto 6
dal 73' Castillejo:
più grintoso di altre volte nell'ingresso in campo. Va a contrasto, lascia la gamba e si becca anche un giallo (meritatissimo). Voto 6
Calhanoglu:
dà il la all'azione del vantaggio, poi fa densità sulla trequarti limitando al minimo i rischi e dettando il pressing sulla difesa azzurra. Voto 6.5
dall'87' Krunic:
legna nel finale. S.V. 
Rebic:
non ancora al meglio delle sue potenzialità, ma lo strappo per lo 0-2 di Ibra è oro colato. Voto 6.5
dal 73' Hauge:
l'aspetto timidino inganna, perchè il tiro che chiude il match è più letale del morso del cobra. Voto 6.5 
Ibrahimovic:
non c'è giudizio che possa descriverlo, non c'è voto sufficiente per spiegare, a chi non abbia visto la gara, il suo indice RT di decisività non solo nella gara di stasera, ma in qualsiasi aspetto di questa squadra. Voto 9
dal 79' Colombo:
entra senza riscaldamento ma non si risparmia, giocandosi bene la chance. Appuntamento a Lille anche per lui. Voto 6
All. Bonera:
buona la prima per l'ex difensore rossonero che, telecomandato da Pioli, si appunta sul petto la medaglia del 21esimo risultato utile consecutivo in serie A portandosi a casa uno scalpo di prestigio come quello di Gattuso. Voto 7