Milan-Bodø Glimt 3-2: le pagelle rossonere

I voti del match del terzo turno di Europa League
24.09.2020 22:25 di Carlo Tagliagambe Twitter:    Vedi letture
Milan-Bodø Glimt 3-2: le pagelle rossonere

MILAN-BODØ/GLIMT 3-2

Le pagelle di Carlo Tagliagambe 

MILAN (4-2-3-1)
Donnarumma:
non ha colpe particolari sui gol subiti, nel finale salva il risultato con una bella parata in presa bassa. Voto 6
Calabria:
un passo indietro rispetto alle ottime prove di inizio stagione. Si fa spesso infilare in velocità dagli esterni norvegesi. Voto 5
Kjaer:
stasera in difesa si balla, anche perchè il danese non sempre riesce a metterci una pezza. Voto 5.5
Gabbia
: fa la bella statuina in occasione dello storico gol del Bodø, facendosi anticipare dal Carneade di turno (al secolo Junker) che trova giustamente gloria eterna per aver violato la Scala del Calcio. Grazie a lui. Voto 4.5
Theo Hernandez:
solita furia sulla fascia sinistra, dai suoi piedi nasce il gol di Colombo, impreziosito dal tacco di Calhanoglu. Voto 6.5
Kessié:
poco grintoso nel chiudere su Hauge che mette comodamente in mezzo il pallone del vantaggio, si riscatta con una buona ripresa. Voto 6
Bennacer:
perde qualche pallone di troppo, uno dei quali causa il gol del Bodø. Voto 5
dall'80' Tonali:
finale da battaglia non esattamente ideale per mostrare qualità. S.V.
Castillejo:
niente di eccezionale, sulla scia di quanto visto contro il Bologna, ma quando affonda in fascia qualche pericolo lo crea. Voto 5.5
dal 65' Krunic:
lotta e tampona in mezzo al campo. Voto 6
Calhanoglu:
in assenza di Ibra, ci pensa lui a togliere le castagne dal fuoco nel momento più delicato, caricandosi sulle spalle la squadra e mostrando (finalmente) piglio da leader. La botta che spedisce in porta al minuto 16 è un'iniezione di fiducia e convinzione nei compagni, la giocata di tacco che spiana la strada al gol di Colombo è pura emozione calcistica. Mette poi in ghiaccio la gara con il piattone che vale il 3-1. Voto 7.5
Saelemaekers:
non ruba la scena per particolare brillantezza, ma quantomeno compensa con tanta corsa. Voto 5.5
Colombo:
l'uomo dei gol impossibili si presenta con una bella girata che avrebbe meritato miglior sorte, ma il portiere avversario smanaccia. La fortuna gli restituisce il maltolto recapitandogli un pallone facile facile da insaccare che vale il suo primo gol ufficiale tra i professionisti. Voto 6.5
dal 58' Maldini:
aveva trovato il suo primo gol, ma la bandierina alzata dal guardialinee gli rovina la festa. Peccato. Voto 6
All. Pioli:
ha pesato di più l'assenza di Ibra o la presenza di Gabbia? Difficile dare una risposta, ma questo Milan in difesa balla troppo, proprio come aveva dimostrato il finale di gara contro il Bologna. Urgono rinforzi: la buona sorte ha confezionato un calendario piuttosto agevole, ulteriormente semplificato dalla vittoria del Rio Ave. Ma così non può bastare. Voto 5,5