Milan-Atalanta 0-3, le pagelle rossonere

I voti del match di San Siro
23.01.2021 19:53 di Carlo Tagliagambe Twitter:    Vedi letture
Milan-Atalanta 0-3, le pagelle rossonere

MILAN-ATALANTA 0-3

Le pagelle di Carlo Tagliagambe 

MILAN (4-2-3-1) 
Donnarumma:
può ben poco sui gol subiti, e in particolare è sfortunato sullo 0-1 di Romero, con una traiettoria impossibile che gli passa a pochi cm dalle dita. Voto 6
Calabria:
Gosens gli fa vedere i sorci verdi, ma il suo errore più grave è di posizionamento, sul terzo gol dell'Atalanta. Voto 5
Kjaer:
l'unico a tenere in piedi la baracca nel momento più duro della partita, e dire che non è nemmeno al meglio. Voto 6
Kalulu:
detto che è in ritardo in marcatura, la torsione con cui Romero porta in vantaggio l'Atalanta è di quelle che sfidano le leggi della fisica. Peccato perché, fino a quel momento, calamita palloni dai piedi di Ilicic e Zapata. Alza bandiera bianca per infortunio: peccato. Voto 5,5
dal 57' Musacchio:
fatica più del compagno a contenere Ilicic. Voto 5
Theo Hernandez:
dalle sue parti si soffre parecchio e, in fase offensiva, non riesce a lasciare il segno. Voto 5
Tonali:
Milan schiantato a centrocampo, dove anche lui -dopo un inizio discreto- finisce per subire l'imbarcata. Voto 5
Kessie:
la gomitata che rifila a Ilicic è scomposta e vale il calcio di rigore, ma è soprattutto il simbolo di una partita giocata di apnea, di quelle che ultimamente gli sono capitate parecchio di rado. Ma ci può stare. Voto 5
Castillejo:
il suo contributo alla causa è pressoché nullo, non ci si ricorda una mezza giocata da parte sua. Voto 4,5
dal 70' Rebic:
anche lui non riesce ad entrare in partita. Voto 5
Meité:
doveva essere la mossa a sorpresa di Pioli per imbrigliare il gioco dell'Atalanta, invece non riesce quasi mai a fare pressione sulle fonti di gioco nerazzurro e finisce per faticare a trovare la giusta posizione. Voto 5
dal 46' Brahim Diaz:
decisamente più in palla di Meité, anche se nemmeno lui riesce ad accendere la luce. Tra i pochissimi comunque a calciare verso la porta avversaria. Voto 6
Leao:
un paio di buoni spunti in avvio, poi esce dalla partita, prima mentalmente poi effettivamente. Voto 5
dal 70' Mandzukic:
rischia di mettere in rete il primo pallone toccato da milanista, ma Gollini gli nega il gol con un miracolo. Voto 6
Ibrahimovic:
niente da fare, nemmeno lui la vede mai. Serataccia anche per lui. Voto 5
All. Pioli:
l'Atalanta è la sua bestia nera, anche se stavolta ci mette del suo. La scelta di Meité sulla linea dei trequartisti è francamente incomprensibile, ed è una di quelle mosse su cui Gasperini pianifica lo scacco matto. Neanche i cambi sortiscono poi l'effetto sperato. Ora sarà dura raddrizzare il timore della barca, ma urge ritrovare subito la rotta, visto che martedì c'è il derby. Voto 4,5