La tragicomica gestione del caso CR7: c’era una volta la Juve

27.08.2021 18:13 di Gabriele Cantella   vedi letture
La tragicomica gestione del caso CR7: c’era una volta la Juve

E come volevasi dimostrare, la Juve alla fine riesce a fare l’esatto opposto di ciò che avrebbe dovuto!

A 5 giorni dalla fine del mercato, si fa prendere per il collo da Ronaldo e Mendes, cedendo al loro ricatto! 

Ripeto, il caso Ronaldo non esplode oggi nè ieri, si sapeva da mesi che voleva cambiare aria e quindi, invece di far finta di niente e continuare a ripetere che sarebbe rimasto, bisognava affrontare la questione a tempo debito, quando ancora si sarebbe potuto porre rimedio a quello che oggi è un disastro, non solo sul piano tecnico, ma anche dal punto di vista dell’immagine!

Finito l’Europeo, o anche prima, ci si sedeva attorno a un tavolo con Mendes e si parlava chiaro: “Vuole andare? Vada, ma servono 30 milioni. Se li porti entro due settimane, bene. Altrimenti resta qui e può anche frignare come il bamboccio che è, ma da Torino non si muove fino a giugno 2022!”

E invece no, ci si è ridotti all’ultimo minuto e ora mettere una pezza all’ennesima cappella è impossibile! 

Impossibile trovare un sostituto all’altezza, i nomi che circolano sono quelli di Kean e Scamacca, roba da prendere il muro a testate! 

Siamo arrivati a questo punto dopo tre anni in cui Ronaldo non è stato sfruttato come si sarebbe dovuto per la totale incapacità di Agnelli e compagni di merende di capire che bisognava costruirgli una squadra decente intorno!

E invece niente, si è messo Ronaldo in mezzo a Bernardeschi, Bentancur, Ramsey, De Sciglio, Rugani eccetera, vanificando di fatto il senso stesso dell’operazione CR7!

Impareranno qualcosa questa volta? Non ci giurerei anche se spero di sbagliarmi, ma sinceramente, quando vengo a sapere che stanno pensando di sostituire Ronaldo con Scamacca, non posso che pensare al peggio…

C’era una volta la Juve… Tanto tempo fa… Oggi non c’è più!