Juve-Napoli 1-1, le pagelle bianconere

06.01.2022 22:57 di Redazione Calcissimo   vedi letture
Juve-Napoli 1-1, le pagelle bianconere

JUVENTUS (4-3-3)

Wojciech SZCZESNY 6 – Incolpevole sul gol subito.

Juan CUADRADO 6 – Si sono viste sue versioni più brillanti. Non è negativo ma, il ‘vero Cuadrado’, è altra cosa.

Daniele RUGANI 6 – Vicino a de Ligt non commette errori.

Matthijs DE LIGT 6 – Sfortunato, in occasione del gol: non fosse stata per la leggera deviazione di Szczesny, probabilmente avrebbe salvato sulla linea.

Alex SANDRO 5 – Ennesima prestazione sottotono, di una stagione incolore, imprecisa, incomprensibile. Dal 75’ Mattia DE SCIGLIO 6– Entra e fa il suo. Senza highlights.

Weston MCKENNIE 6 – Si mangia un gol abbastanza clamoroso in avvio, ma lì in mezzo al campo per intensità è presente. Non come qualche compagno di reparto...

Manuel LOCATELLI 5,5 – Non convince. In cabina di regia è lento nel dettare i ritmi e poco preciso in più di un’occasione.

Adrien RABIOT 5 – Solita prestazione scadente, senza giocate e senza incidere. Dal 10 gennaio rischia di non poter più scendere in campo. Per quanto visto spesso in questi mesi, non una gran perdita. Dal 66’ Rodrigo BENTANCUR 6 – Una mezz’ora finale senza grandi spunti. Ma nemmeno grandi errori.

Federico BERNARDESCHI 6 – Una gara in cui prova a mettere generosità, svariando anche su entrambe le fasce. La realtà però è che non incide. Dal 66’ Paulo DYBALA 6 – Una mezz’ora finale senza particolari squilli anche per lui.

Alvaro MORATA 5,5 – Prova a partecipare alla manovra della squadra, a farsi vedere e duettare con i compagni. Davanti però è ben controllato dal duo difensivo del Napoli, dando ancora una volta, quest’anno, la sensazione di essere poco incisivo. Dal 75’ Moise KEAN 6 – Finale di partita onesto. Non crea pericoli però al Napoli.

Federico CHIESA 7 – Predica in quella ‘valle di lacrime’ che è la manovra offensiva della Juventus. Le solite praterie da coprire da solo in ripartenza, la solita responsabilità di creare qualcosa con uno dei suoi strappi. Pesca il gol. Salva la Juve. Non una novità. Dall’81’ Dejan KULUSEVSKI – sv.

All. Massimiliano ALLEGRI 5,5 – Juve da compitino, as usual. Primo tempo scadente, con un Napoli che nonostante l’emergenza si muove meglio. Ripresa più coraggiosa, se non altro dopo il gol. Una squadra ‘casuale’, nelle sue sfuriate. E questo è quanto.