Juve e Ronaldo, che scempio! Il punto di Beppe Bianconero

26.04.2021 08:23 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Juve e Ronaldo, che scempio! Il punto di Beppe Bianconero

Qualcuno dovrebbe spiegarci come Andrea Pirlo vede il giuoco del calcio.

Si può schierare un 3-5-2 senza avere una punta di riferimento? 

Si può schierare una difesa a 3 contro una squadra che gioca con una punta sola (Vlahovic)?

Una Juventus IMBARAZZANTE, non pervenuta nel primo tempo dove lascia fare tutto e di più alla Fiorentina, squadra che lotta per la retrocessione.

Oramai le parole sono finite, gli aggettivi pure, le considerazioni sono sempre le stesse e c’è ancora chi difende l’operato di Pirlo e della Società, questa è la cosa più sconcertante.

Credo che difendere l’indifendibile sia altamente controproducente, il Presidente cosa dice? Qualcuno lo ha sentito? Andrea Pirlo dichiara che sia lui e la società non sono soddisfatti del cammino fatto fin’ora, dovrebbe immaginare come si sentono la maggior parte dei tifosi bianconeri!

A cosa serve sostituire Dybala per lasciare in campo uno come Ramsey?

Pirlo dovrebbe capire di essere arrivato al capolinea, forse anche la squadra lo ha capito. Nessun mordente, nessuna voglia di vincere, nessun gioco, svogliatezza, incapacità di vincere contro squadre nettamente inferiori, superficialità, nessuna cattiveria agonistica… Caro Alvaro Morata, noi i televisori non li abbiamo spenti mai ma voi siete spenti prima ancora di scendere in campo.

Andrea Agnelli dovrebbe prendere in considerazione l’ipotesi di farsi da parte insieme a Paratici e di far sì che si rivoluzioni quel che deve essere rivoluzionato.

Come può rappresentare la Juventus in Europa dopo tutto quello che è successo e sta succedendo ancora dopo la bagarre Super League? La domanda non è spontanea ma è d’obbligo…

In attesa delle prossime partite bisogna, purtroppo, non sottovalutare l’ipotesi che non qualificarsi in Champions League potrebbe anche succedere.

DELUSIONE TOTALE, non resta che aspettare e sperare in bene per la Juventus.

Beppe Petruzzini