Andrea Agnelli si rivede allo Stadium: il punto di Beppe Bianconero

22.04.2021 14:04 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Andrea Agnelli si rivede allo Stadium: il punto di Beppe Bianconero

Un primo tempo molto deludente da parte dei bianconeri con una circolazione di palla molto lenta e prevedibile. Alla ricerca di Cuadrado nella speranza che generasse qualcosa di buono, questo è stato il _modus operandi_ della Juventus nel primo tempo. Quando i bianconeri affrontano una squadra con una difesa ben schierata non riesce a produrre gioco e và in difficoltà nel trovare le vie che possano portare al goal.

In effetti è un dato di fatto che proprio il colombiano ha fornito 3 passaggi fondamentali e 2 assist, nell’arco della stagione ne ha forniti molti.

Con il Parma in vantaggio grazie al goal di Brugman su calcio piazzato la Juventus arriva al pareggio con un bel goal di Alex Sandro al 43’ sfruttando una sponda di De Ligt sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Ad inizio della ripresa i bianconeri prendono le redini della partita e cambiano atteggiamento ed infatti si portano in vantaggio subito al 47’ ancora grazie ancora ad Alex Sandro che si fa trovare sul secondo palo su un traversone di Cuadrado che veniva lisciato da Dybala, il terzino si fa trovare pronto e sigla la sua doppietta con un colpo di testa, fino ad ora non aveva ancora segnato un solo goal nella stagione.

Il Parma ci prova e sfiora clamorosamente il pareggio con un colpo di testa da parte di Osorio sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il pallone è diretto in porta con Buffon battuto ma Arthur salva clamorosamente sulla linea di porta respingendo il pallone di testa.

La legge del calcio che recita il famoso “goal mancato, goal subito” si avvera 4 minuti dopo, è il 68’ quando da un calcio d’angolo Cuadrado opera un traversone in area parmense dove trova De Ligt che di testa sigla il 3-1.

Il Parma sfiora il secondo goal per due volte nel finale di gara ma Karamoh prima e Kurtic poi non trovano lo specchio della porta con due colpi di testa.

Sono state 72 ore drammatiche, se così si può dire, con tutto quello che è successo a riguardo della Super Lega. Tutto è saltato ed Andrea Agnelli non è riuscito nel suo intento.

A tal proposito il Presidente della Juventus si presenta allo Stadio per assistere alla partita dopo aver dichiarato che ora si dedicherà al 100% alla Juventus.

Fino adesso dove è stato? Perché non seguiva la squadra proprio nel momento del bisogno? Come mai non ha parlato dopo l’eliminazione dalla Champions League per opera del Porto? Come mai non si è visto dopo la cocente sconfitta contro il Benevento? Come mai non ha fatto quello che tutti i tifosi bianconeri si aspettavano, ovvero il PRESIDENTE? Colui che deve essere presente nella squadra, colui che deve assumersi le responsabilità dei fallimenti e porre rimedio caricando la squadra e facendo quel che i suoi predecessori hanno fatto.

Il tifo bianconero è spaccato a metà, c’è chi lo giustifica e chi non lo vuole più chiedendone le dimissioni.

Questo è stato il _modus operandi_ di Andrea Agnelli?

Caro Avvocato, quanto ci manchi!

Beppe Petruzzini