Inter, Conte polemico alla vigilia della sfida col Gladbach

30.11.2020 18:59 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Inter, Conte polemico alla vigilia della sfida col Gladbach

Vincere ad ogni costo: questo il grido di battaglia di Antonio Conte alla vigilia della decisiva sfida col Gladbach in Champions:

Abbiamo iniziato questo percorso che eravamo arbitri del nostro destino e oggi se non lo siamo più vuol dire che abbiamo mancato ad alcune situazioni. Detto questo l’unico modo per restare in vita è vincere domani e sappiamo che non sarà facile, loro hanno dimostrato la loro forza e al tempo stesso per noi può essere un’occasione per dare seguito ad un percorso iniziato in Europa dove giochi gare dentro-fuori e partite importanti.

Giudizi sommari

Il tecnico nerazzurro torna a parlare della gara col Real, rispedendo al mittente le critiche di chi sostiene che gli spagnoli abbiano dominato a San Siro:

Gara troppo sentita con il Real Madrid? Sono stati espressi tanti giudizi negativi per la gara con il Real e ho sentito di gente che ha parlato di gara dove il Real ha fatto quello che ha voluto dimenticando che al 30° eravamo in 10 e avevamo subito un rigore dopo 4 minuti, sfido chiunque a riuscire a cambiare. Ho ribadito che sono rimasto soddisfatto per l’impegno profuso dai ragazzi ma quelle situazioni ce le siamo creati noi. Domani dovremo uscire dal campo senza rimpianti.

Mistero Hakimi

A chi gli chiede delle difficolta palesate da Hakimi, Antonio Conte ribadisce la fragilità difensiva dell’ex Borussia e quindi la necessità per lui di migliorare la fase di copertura, acquisendo quell’equilibrio che ad oggi gli manca:

Non mi piace parlare dei singoli, andate a rivedervi cosa ho detto ad inizio stagione di Hakimi. Parliamo di un giocatore di grande potenzialità che deve lavorare tanto sulla fase difensiva. Le aspettative che abbiamo in Italia sono molte alte, rispetto a quello tedesco e inglese, soprattutto all’Inter. Deve continuare a lavorare sapendo anche lui le pressioni che ci sono qui.