Carra...Armato Rossonero - Disastro Milan, ma non è solo colpa di Gattuso! Ecco tutti i colpevoli!

Il punto in casa Milan a firma del Milanologo
25.04.2019 19:56 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
Gattuso
Gattuso

Appena un mese fa, sembrava potesse essere la stagione della rinascita con una squadra ben salda al terzo posto e con una Coppa Italia decisamente alla sua portata. Una squadra il più delle volte non bella magari da vedere, ma terribilmente concreta, che con i suoi risultati faceva tappare il naso anche a chi avrebbe preferito vedere un gioco con più lustrini e paillette.

Quaranta giorni dopo il Milan di Gattuso non esiste più dopo il derby la squadra si è sciolta come neve al sole. Il mister sembra andato in confusione appena ha capito che molto probabilmente non sarebbe stato riconfermato anche in caso di qualificazione Champions, riflettendo tutta questa confusione sulla squadra.

I continui cambi di modulo hanno minato le certezze che questo fragile gruppo si era faticosamente conquistato per tutta la stagione, l'ostinazione nello schierare giocatori fuori forma e senza stimoli, in primis su tutti Suso ha fatto il resto. Il Milan sembra essere afflitta dalla sindrome di Tafazzi, ovvero quella dell'autolesionismo e la colpa non si può ricondurre solo alla guida tecnica.

Gattuso ha sicuramente le sue colpe ma società e giocatori non hanno certo la coscienza Immacolata. Partiamo dalla società in particolare il Signor Leonardo che non ha mai voluto il tecnico e solo per far star tranquillo un ambiente che aveva già visto di cattivo occhio il suo ritorno in rossonero lo ha confermato ad interim.

In tutta la stagione Gattuso è sempre stato lasciato solo senza mai una parola in suo favore, un tecnico che in mezzo a un oceano di critiche ha dovuto gestire il caso Higuain mentre la dirigenza Salomonicamente se ne lavava le mani. Le continue insofferenze sul cattivo gioco e sull'impiego di Paqueta hanno fatto il resto facendo precipitare la situazione con grosse ripercussioni sulle prestazioni in campo. Già il campo ovvero dove ci vanno i giocatori, che hanno dimostrato oltre ad una mediocrità tecnica generale, di non avere ne la personalità ne gli attributi per portare a termine la stagione in maniera positiva.

Una volta persa la guida spirituale nessuno dei senatori si è caricato la squadra sulle spalle anzi si sta facendo a gara su chi non si debba prendere le responsabilità. In questo concorso di colpa quelli che stanno pagando il conto sono per l'ennesima i tifosi che anche ieri erano in 61mila ad affollare San Siro per una semifinale di Coppa Italia, che si sono ritrovati di nuovo traditi dal loro amore sportivo.

Credo che i tifosi rossoneri si meritino di più dello scempio visto negli ultimi quaranta giorni, perché va bene essere innamorati, ma la pazienza prima o poi finisce per tutti. Onestamente non so come finirà questa annata, spero che nelle ultime 5 partite tutte le componenti Società Allenatore e Giocatori tirino fuori un po' di orgoglio per evitare che l'anno della rinascita sia sempre quello successivo.

Firmato Il Milanologo