Traiettorie illeggibili: le punizioni brasiliane

19.09.2021 10:25 di Gabriele Cantella   vedi letture
Traiettorie illeggibili: le punizioni brasiliane

Traiettorie illeggibili, ottenute impattando il pallone con le tre dite esterne del piede: una tecnica tipicamente brasiliana, resa celebre dai tre maestri quali Rivelino, Branco e Roberto Carlos…

1) Rivelino

A rendere celebre nel mondo la punizione a tre dita fu per primo Roberto Rivelino: leggendarie le sue conclusioni mancine, potenti e precise, spesso illeggibili per i portieri avversari grazie a quel particolare effetto ad uscire impresso con l’esterno del piede!

2) Branco

Terzino col vizio del gol, Branco era uno specialista dei calci da fermo: batteva di sinistro, colpendo il pallone con le tre dita esterne del piede, un tiro secco e imprevedibile, spesso a pelo d’erba e di rara potenza!

3) Roberto Carlos

Impossibile dimenticare la traiettoria incredibile disegnata dal sinistro di Roberto Carlos in quel Brasile-Francia di ventiquattro anni fa! Un pallone che pareva destinato fuori dallo specchio della porta, d’un tratto cambia direzione e s’insacca inesorabile alle spalle di un impietrito Barthez! Difficile da spiegare, ma la scienza ha una risposta ad ogni evento, anche quello apparentemente più assurdo: merito dell’effetto Magnus, impresso con le tre dita esterne del piede!