Si chiama bicicletta, ma non ha i pedali: da Pelé a CR7!

05.02.2021 10:31 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Si chiama bicicletta, ma non ha i pedali: da Pelé a CR7!

Acrobati del pallone, gente che sfida apertamente la forza di gravità, facendosi beffe della fisica: ecco 5 rovesciate indimenticabili che hanno lasciato tutti a bocca aperta…

1) Carlo Parola

Una rovesciata così plastica e stilisticamente perfetta da divenire iconica: quella di Carlo Parola, immortalata in eterno sulla copertina degli album Panini!

2) Pelé

Benché documentata già a partire dagli anni ‘20 del secolo scorso, la paternità della rovesciata viene storicamente attribuita a Pelé: leggendaria quella eseguita dal fuoriclasse brasiliano nel celebre film Fuga per la Vittoria! Un gesto atletico da vedere e rivedere in loop senza stancarsi mai!

3) Cristiano Ronaldo

Prima di vestire la maglia della Juventus, Cristiano Ronaldo aveva rifilato proprio alla Vecchia Signora il gol più bello della sua carriera: una rovesciata che ha riscritto le leggi della fisica! Cross di Carvajal dalla destra per CR7, che salta a 1 metro e 41 da terra e colpisce il pallone alla vertiginosa altezza di 2.38!!! Ci chiediamo ancora tutti come diavolo ci sia riuscito!!!

4) Youri Djorkaeff

Tutti abbiamo ancora negli occhi l’immagine di Youri Djorkaeff sospeso in aria mentre si coordina magistralmente per una rovesciata iconica: il francese sale in cielo e impatta il pallone lì dove osano le aquile, girandolo alle spalle dell’incredulo Sterchele!

5) Rivaldo

Ci sono gol che più di altri rimangono immortalati negli occhi del pubblico, divenendo pezzi di storia del calcio, ricordi indelebili da tramandare ai posteri. Gol come quello che Rivaldo realizza il 17 giugno 2001 nella sfida tra Barcellona e Valencia: Frank De Boer scorge il fuoriclasse brasiliano appostato al limite dell’area avversaria e lo serve con un delizioso lob a scavalcare la difesa; il numero 10 blaugrana, spalle alla porta, stoppa il pallone di petto e si esibisce in una rovesciata perfetta per corrdinazione e tempismo, che ricorda quella cinematografica del grande Pelè nel cult movie Fuga per la vittoria!