Lazio-Juve, storie di campioni e di gol

20.11.2021 08:30 di Gabriele Cantella   vedi letture
Lazio-Juve, storie di campioni e di gol

Lazio-Juventus, storie di campioni e di gol. Storie bianconere, che ancora si tramandano di generazione in generazione. Storie di successi entrati di diritto negli archivi della memoria di ogni tifoso della Vecchia Signora. Non è mai stata una sfida banale quella tra Juve e Lazio, spesso crocevia per lo scudetto, quasi sempre decisa in favore dei colori bianconeri dalle giocate di fuoriclasse del calibro di Nedved e Del Piero. Quasi sempre… Perchè nella stagione 2010/2011, Juve-Lazio fu decisa da uno che fuoriclasse non lo era, ma che con quel gol diede perlomeno un senso alla sua fugace parentesi juventina. Vi ricordate di lui?

All’ultimo respiro!

I primi sei mesi di Krasic alla Juve illusero il popolo bianconero di aver trovato il nuovo Nedved, ma la somiglianza con il fuoriclasse ceco stava nella zazzera bionda che svolazzava al vento: il serbo tentava sempre la stessa finta, alla quale, esaurito l’effetto sorpresa, in Serie A non abboccò più nessuno! L’effetto sorpresa non si era però ancora esaurito quando Juventus e Lazio si sfidarono a Torino nel dicembre 2010: fu proprio l’ex CSKA a regalare alla Vecchia Signora un insperato successo all’ultimo respiro con una giocata prodigiosa! Lancio di Sissoko da metà campo, Krasic insegue il pallone lungo l’out di destra, aggira Cavanda e penetra in area di rigore, Muslera esce per chiudergli lo specchio della porta, ma il serbo, da posizione defilata fa passare la sfera tra palo e portiere, sfruttando l’unico pertugio disponibile!

Tiro mancino

Un autentico tiro mancino quello che il grande ex Pavel Nedved giocò alla Lazio nella stagione 2004/05: a tempo quasi scaduto, con le due squadre ancora inchiodate sullo 0-0, il fuoroclasse ceco estrae dal cilindro la magia che spezza l’equilibrio… Lancio di Birindelli, torre di Zalayeta per il numero 11 bianconero, che aggancia a centro area, me è costretto ad allargarsi per evitare l’intervento di due difensori avversari, perdendo il tempo per la battuta a rete o almeno così pare, perché riesce incredibilmente a ritrovare la coordinazione per incrociare il pallone col sinistro sul palo più lontano! Un gol da urlo, che vale 3 punti pesantissimi!!!

La pennellata di Pinturicchio

La Juve di Antonio Conte ha appena sorpassato il Milan in testa alla classifica e non può permettersi passi falsi se vuole tenere i rossoneri a distanza, per questo deve battere la Lazio ad ogni costo, ma a 10’ dalla fine il risultato rimane in perfetta parità: ci vorrebbe la giocata del singolo, il guizzo risolutivo del campione per scardinare l’1-1 e il guizzo arriva… Punizione in favore dei bianconeri: Pirlo e Del Piero confabulano sul punto di battuta, il primo chiede la distanza mentre il secondo prende la rincorsa e calcia in porta sorprendendo barriera e portiere! Pallone nell’angolino basso alla destra dell’impietrito Marchetti!