La Juve non esiste più: Pirlo è un capro espiatorio, i colpevoli sono altri

18.01.2021 12:05 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
La Juve non esiste più: Pirlo è un capro espiatorio, i colpevoli sono altri

Eh, sì, ha proprio ragione Paratici, questa rosa è competitiva che di più non si potrebbe... 

Questa sera mi è sembrato di assistere al confronto tra una squadra, l’Inter, ed un manipolo di dilettanti allo sbaraglio!

La situazione che porta al gol di Barella non si vede forse neppure tra i dilettanti: più che liquido, il calcio di Pirlo, è liquefatto!

Adesso attendo le vostre scuse: mettetevi in fila e forse, dico forse, facendo appello a tutta la mia magnanimità, potrei anche decidere di concedervi il perdono...

Pirlo, finché è in tempo, può sempre tornare a produrre vini nelle sue tenute nel bresciano... Il succo dell’uva è l’unico liquido in cui è Maestro!

Il gap non lo ha colmato l’Inter, lo ha azzerato la Juve! 

Bastava poco per allungare ulteriormente il ciclo, ma quando la Ubris, dicevano gli antichi greci, si impossessa dell’uomo, facendogli credere di essere un Dio, è lì che gli Dei s’incazzano e piovono saette dall’Olimpo! 
 

Non bastasse lo spettacolo indegno visto in campo, l’”apice dell’apoteosi della schifezza” lo tocca Pirlo nel post gara: “Partita peggiore non avremmo potuto fare, praticamente non siamo scesi in campo”.

Ma dai!!! Non ce n’eravamo mica accorti!!!

Com’era quella storia che un approccio alla gara come quello contro la Fiorentina non si sarebbe mai più ripetuto? 

Pirlo parla di mancanza di cattiveria, ma mi domando chi debba infonderla la cattiveria nei calciatori... Certo, con quella faccia da cane bastonato alla Droopy, è difficile trasmettere cattiveria e grinta...

Poi ce n’è pure per i giocatori: certe partite non avrebbero bisogno di particolari motivazioni, si preparano da sole!

Cant_hell_a