L’importanza di Sirigu

28.07.2021 09:39 di Gabriele Cantella   vedi letture
L’importanza di Sirigu

L’Europeo Salvatore Sirigu lo ha visto dalla panchina, ma la sua importanza all’interno dello spogliatoio azzurro è nota a tutti: ecco perché…

Notte insonne

Non riusciva a dormire Sirigu e allora ha trascorso la notte a confezionare un pensiero per ciascuno dei suoi compagni di squadra, emozionando tutti, in particolare capitan Chiellini:

Non sono una persona che si fa vedere molto. Non ho social. Ho promesso che avrei aperto un profilo ma non ho detto quando. I messaggi sono nati da una situazione che si è creata spontaneamente. Non riuscivo a dormire, avevo un patema d’animo e mi sono fatto portare dall’addetto stampa dei fogli bianchi e ho scritto un pensiero per ciascuno dei ragazzi. E poi ho realizzato un video con i bambini e le famiglie che ci incoraggiavano. Ho fatto emozionare Giorgio sin troppo, si è messo a piangere.

Punto di riferimento 

Pur non giocando, Sirigu ha trovato il modo di offrire il proprio contributo alla causa azzurra, diventando un punto di riferimento all’interno dello spogliatoio, una guida per il gruppo, che in lui trovava sempre un appiglio sicuro:

Ho cercato di essere un appoggio per tutti e di far capire ai ragazzi che giocando lontani, in un ambiente ostile, dovevamo trarre il massimo possibile. Il nostro Europeo è stato sentimentalmente perfetto. Tutti hanno giocato per la squadra. Basti pensare a Insigne che si è sacrificato anche in fase di copertura. Questa squadra ha avuto un’anima. E in Giorgio, che conosco da tantissimi anni, vedevo una serenità strana. Sorrideva, ci incoraggiava. Se l’è goduta fino all’ultimo. Credo che meriti tutta la gioia che ha provato. Era contento come un bambino.