Gli oriundi che hanno detto no alla maglia Azzurra

17.03.2021 17:12 di Gabriele Cantella   Vedi letture
Gli oriundi che hanno detto no alla maglia Azzurra

Se Rafael Toloi pare intenzionato a vestire la maglia Azzurra, altri oriundi invece seducono l’Italia e poi l’abbandonano…

1) Luiz Felipe

Brasiliano di nascita, ma italiano d’origine, Luiz Felipe nel 2019 risponde alla convocazione dell’allora commissario tecnico dell’Under 21 azzurra, Gigi Di Biagio, ma a sorpresa ci ripensa e abbandona il ritiro in attesa di una chiamata della Seleçao…

2) Allan

Quando Roberto Mancini comincia a cullare la speranza di rivedere Allan al fianco di Jorginho nel centrocampo della sua Nazionale, ecco giungere come un fulmine a ciel sereno la convocazione del cittì brasiliano Tite, che di fatto scippa l’ex mediano del Napoli all’Italia!

3) Dybala

Argentino di Laguna Larga, Paulo Dybala ottiene il passaporto italiano grazie alle origini campane della nonna materna, ma quando si tratta di scegliere tra la maglia albiceleste e quella Azzurra, La Joya non ci pensa due volte e senza esitazioni decide di vestire la prima!

4) Icardi

Anche Mauro Icardi, come Dybala, è nato in Argentina, ma in possesso di passaporto italiano grazie alle origini piemontesi del nonno: neppure lui però sceglie l’azzurro, preferendo l’albiceleste!

5) Thiago Alcantara

Brasile, Spagna o Italia? Dev’esserselo chiesto Thiago Alcantara, brasiliano nato in Puglia e cresciuto a Barcellona… Il figlio di Mazinho però non ha mai pensato di vestire la maglia Azzurra e neppure quella verdeoro, preferendo ad entrambe quella delle Furie Rosse!