CR7 = Champions: l’equazione non funziona

24.12.2020 14:56 di Redazione Calcissimo   Vedi letture
CR7 = Champions: l’equazione non funziona

Cristiano Ronaldo = Champions
Questa l’equazione, ma il calcio non è matematica, purtroppo... 

L’equazione di cui sopra derivava la sua stessa ragion d’essere dalle tre Champions di fila del Real Madrid (4 in 5 anni) con il portoghese mattatore assoluto! 

Quindi, sarebbe bastato aggiungere CR7 alla Juve per vincere automaticamente la Champions...

Poi però, scorri la rosa di quel Real Madrid, la confronti con quella della Juve e ti accorgi facilmente che qualcosa non quadra...

Ti accorgi che Bonucci non è Sergio Ramos, che Alex Sandro non è Marcelo, che Bentancur non è Casemiro, che Rabiot non è Modric, che Ramsey non è Kroos, che Bernardeschi non è Isco, che Morata non è Benzema e capisci, se lo vuoi capire, che Cristiano Ronaldo da solo non può bastare...

CR7 è un extraterrestre, un fenomeno assoluto, ma soltanto Maradona è riuscito a vincere un Mondiale in stile fai da te, circondato da scappati di casa come Burruchaga e Brown! 

Eppure, Agnelli, Paratici e Nedved ribadiscono a più riprese che questa rosa è difficilmente migliorabile: ci vuole coraggio! 

Chiunque tu vada ad inserire nel centrocampo della Juve attuale vai comunque a migliorare il reparto! 

P.s. Al netto di una rosa costruita ad organo genitale di Canis Lupus Familiaris, Pirlo non può assolutamente permettersi di dichiarare che Inter e Milan sono favorite! Potrei essere al limite d’accordo riguardo all’Inter, e comunque non lo sono, ma dirlo del Milan è inammissibile! 

Stiamo parlando di una squadra, il Milan, che ha fatto il mercato con 2 lische di merluzzo e 4 ossi d’oliva a fronte di una Juve che ha speso 45 milioni per un solo giocatore! 

Quindi, facci il piacere, Pirlo, posa il fiasco!

The Great Pretender