C’è chi nasce in clinica e chi invece in mare aperto

23.02.2021 08:41 di Gabriele Cantella   Vedi letture
C’è chi nasce in clinica e chi invece in mare aperto

C’è chi nasce in clinica e chi invece in mare come Rio Mavuba…

Storico Double

Nella stagione 2010/2011, il Lille guidato da Rudi Garcia centra uno storico double, conquistando Ligue 1 e Coppa di Francia: a dettare i tempi in mezzo al campo, Rio Mavuba, un ragazzo di origini congolesi, che porta al braccio la fascia di capitano… La sua storia comincia in mare 27 anni prima e vale la pena di essere raccontata… 

Né en mer

‘Né en mer’, così è scritto sul passaporto dell’ex centrocampista del Lille, nato in mare l’8 marzo 1984, mentre i suoi genitori stanno fuggendo dalla guerra civile in Angola a bordo di un barcone: quando salpano alla volta di Marsiglia con la prospettiva di una nuova vita lontana dagli orrori di quella guerra, mamma Thérèse è ormai giunta al termine della sua gravidanza… Il suo bambino nascerà nel mezzo dell’Oceano Atlantico e non a caso si chiamerà Rio… Chi ascolta il racconto di Mavuba stenta a crederci, sgrana gli occhi per lo stupore e spalanca la bocca:

Nel mio passaporto c’è scritto solo questo: né en mer, nato in mare. Tutt’oggi quando lo racconto in giro, le persone non ci possono credere. Eppure, è così.

Figlio d’arte

Papà Ricky, anch’egli ex calciatore, aveva addirittura giocato un Mondiale con la maglia dello Zaire nel 1974: sognava un futuro diverso per sè e la sua famiglia e forse mai avrebbe immaginato di ritrovarsi a fuggire a bordo di un barcone dieci anni più tardi, ma di questo episodio non parla volentieri:

Sinceramente, non ho voglia di raccontare quell’episodio. Lo conservo dentro di me, per ricordarmi di quanto io sia stato fortunato quel giorno.